CI Pola: Il 2019 chiude bene, si lavora con serenità

Comunità degli Italiani. Assemblea ed Esecutivo in seduta

L’Assemblea della Comunità degli Italiani di Pola in riunione

L’Assemblea della Comunità degli Italiani di Pola ha archiviato lo scorso 2019 con un conto consuntivo che allinea le entrate e le spese a 1,14 milioni di kune, per cui il pareggio è confermato e dichiarato al fisco così come impone la legge. Detto in altri termini, per dirla con la presidente Tamara Brussich, “non abbiamo né debiti né crediti, per cui si può continuare a lavorare con serenità alla pianificazione delle attività per l’anno in corso”. Questa, in estrema sintesi, una delle conclusioni emerse dalle due riunioni convocate giovedì sera in sede (prima la Giunta esecutiva, e poi anche l’Assemblea della Comunità degli Italiani), per discutere e approvare gli stessi documenti all’ordine del giorno: oltre al conto consuntivo anche una dettagliata relazione sul lavoro svolto in un anno, entrambi snocciolati dalla presidente. Nell’interpretare i due documenti, Tamara Brussich ha messo in evidenza i buoni rapporti di cooperazione con la Città di Pola, gli enti e le istituzioni della minoranza, qui comprese le altre CI del territorio e la Giunta dell’Unione Italiana, con cui in passato c’erano stati, è vero, screzi e incomprensioni, quando non situazioni di aperto conflitto, ma ora non più. “La Giunta Corva segue con attenzione le nostre esigenze e predispone stanziamenti adeguati al caso. Da parte nostra rispondiamo con un’altrettanto ponderata progettazione e un’attenta rendicontazione in seguito agli acquisti e agli investimenti effettuati”, ha dichiarato la presidente.
Tranquillità finanziaria

Riparazioni in vista per la pavimentazione dell’estivo

Grazie alla collaborazione con l’UI, ultimamente sono stati realizzati importanti investimenti nella manutenzione della sede, che a vent’anni dall’ultimo restauro comincia a farsi più esigente. Tra questi anche l’acquisto di un costoso servoscala che ha finalmente abolito le barriere architettoniche della sede, anche se non fino in fondo (uffici e biblioteca al piano restano comunque inaccessibili ai portatori di handicap). Ad ogni modo, la buona cooperazione con la Giunta esecutiva dell’UI frutterà alla CI un assegno di 70.000 kune, che saranno impegnate per riparare la pavimentazione della terrazza estiva, visto che ultimamente le ceramiche hanno preso a frantumarsi con maggiore frequenza. Una parte dei mezzi sarà utilizzata anche per sostituire i tendaggi e l’impianto luci nella sala degli spettacoli (e in sala regia). Restando in tema di denaro, la Città di Pola non ha solo rinnovato, ma ha anche aumentato l’importo del cosiddetto “supporto istituzionale” che ha per definizione una durata triennale (allo scadere del triennio fiscale, si torna infatti a trattare da capo le condizioni e gli importi dell’accordo). Ebbene, l’anno scorso il contratto con la Città di Pola è stato non solo rinnovato, ma l’importo annuo è salito anche da 180.000 a 300.000 kune, sicché la Comunità degli Italiani è ora più tranquilla che mai dal punto di vista meramente economico. L’importo versato con regolarità mensile dal Bilancio della Città di Pola permette all’associazione di versare ogni mese gli stipendi del personale in rapporto di lavoro (segretaria, custode-tecnico e donna di servizio), per cui tutte le altre fonti di introiti (UI, UPT-FVG, Ufficio governativo per le minoranze della Repubblica di Croazia ecc) possono essere finalmente destinate alla sola produzione di spettacoli, concerti, incontri, mostre e via elencando.
Il futuro più prossimo
A proposito di spettacoli, tra gli eventi attualmente in cantiere, si cita il prossimo concerto della SAC “Lino Mariani” in occasione della Festa della donna (il concerto è in agenda il 7 marzo), un incontro della Sezione giovanile sul tema dell’imprenditoria femminile e giovanile, ma anche un programma più ricco per la vicina Festa del lavoro. Per il primo maggio, infatti, oltre a organizzare la solita fagiolata in collaborazione con la Città di Pola, la Comunità degli Italiani sta preparando un concerto a tema del celebre coro femminile “Mondine” di Modena e la proiezione del film “Riso amaro”, in collaborazione col “Cinema Valli”. Nel frattempo si vedrà di convocare anche una seconda riunione della Giunta e della Presidenza dell’Assemblea con i consiglieri e funzionari italiani del Municipio, una specie di commissione informale incaricata a vigilare sull’attuazione del bilinguismo in città, principalmente nella sfera dell’odonomastica e delle insegne stradali di Pola.
2019: che anno!

Uno dei numerosi concerti di musica italiana l’estate scorsa

Buoni, anzi ottimi, secondo il giudizio di Tamara Brussich, i rapporti con la stampa, in particolare col quotidiano della CNI “La voce del popolo”, ma anche con le emittenti radio e tv locali, con TV Nova che ha ulteriormente ampliato la parte del suo palinsesto in lingua italiana. La relazione sul lavoro svolto nel 2019 della presidente passa quindi in rassegna, secondo due elenchi distinti (uno tematico e l’altro cronologico), tutti gli eventi promossi in sede lo scorso anno: le attività dei gruppi artistici (mosaico e ceramica), i concerti e le rassegne dei cori e orchestre (Carillon e Lino Mariani), le attività fuori porta del gruppo sportivo, la massiccia presenza di scrittori italiani al Festival di letteratura per ragazzi “Monte Librić” (da notare che l’anno scorso le vendite dei titoli italiani hanno superato di gran lunga le vendite delle edizioni croate), una serie di incontri-dibattiti del Gruppo giovanile fondato da Teo Banko, il ballo liscio dell’ultimo giovedì del mese, le serate danzanti di luglio e agosto, i concerti della Big Band (che ha fatto della CI di Pola il suo teatro di elezione), la rassegna dei cori “IncontriamoCI cantando” e gli appuntamenti di fine anno, tra cui la pubblicazione del calendario in dialetto polesan. Ma la lista s’allunga con le conferenze su argomenti medici e socio-sanitari, gli spettacoli del Dramma Italiano, le recite scolastiche, la serata dei maturandi della “Dante Alighieri”, i balli in maschera degli asili e delle scuole italiane, il festival della canzone per ragazzi “Pola canta”, il primo “Primavera Craft Beer and Gin Festival”, le iniziative congiunte con l’Associazione degli esuli da Pola, il FLIT o Festival della letteratura italiana, i concerti del Centro studi di musica classica dell’Unione Italiana e quelli di musica italiana (“Musicittà”, Dennis Fantina, Ricordando Faber), i laboratori di musica rock di Tatiana Giorgi, i tornei internazionali di giochi da tavolo (Warhammer 40.000), la quarta edizione di “Bestiario immaginario” per i bambini degli asili e dell’elementare italiana polese, e naturalmente la presentazione dell’ultimo libro di Nelida Milani (“Di sole, di vento e di mare”) e poi anche quella del libro “Curiosando nella vita: Giacomo Scotti poliedrico scrittore di frontiera” alla presenza dei due autori.

Facebook Commenti