Alberelli da frutto per la cittadinanza

Prende corpo l’azione «Pianta un albero, non essere un ceppo»

A Pola ci sono 41,2 metri quadrati di verde per abitante

Prosegue la campagna cittadina “Pianta un albero non essere un ceppo”. Stavolta la Città di Pola torna alla carica con la distribuzione di 123 alberelli da frutto da assegnare alla cittadinanza e con la messa a dimora di più decine di fusti nelle aree verdi pubbliche ubicate in Riva, in via dei Vecchi statuti e dell’Arsenale, nella zona dell’ex idroscalo, nei comprensori dei campi da gioco e dei terreni sportivi. Il fondo verde in regalo comprende alberi da frutto giovani tre anni, una cinquantina di olivi, altrettanti alberi da fico, noccioline, castagne e altro ancora. I cittadini interessati potranno richiedere il prelievo dei fusti presso l’associazione di tutela ambientale denominata “Pianta un albero non essere un ceppo”, tramite indirizzo di posta elettronica [email protected], mentre il periodo di messa a dimora è pianificato tra il 1.mo ed il 7 marzo. I dettagli di consegna delle piante verranno comunicati in seguito. Prima ancora di partire con l’interramento degli alberi in distribuzione ai cittadini, l’impresa municipale Herculanea provvederà a far attecchire nuovi alberi di lodogno, platano, quercia e pino nelle zone di cui sopra, al fine di sostituire con nuovi fusti quelli precedentemente rimossi, perché secchi o eliminati per necessità di lavori infrastrutturali. Interventi di rinverdimento coinvolgeranno anche i cittadini, che potranno dare una mano nelle operazioni di interramento nelle zone verdi cittadine, secondo orari e luoghi da comunicare. Il fatto di piantare alberi tutti assieme, cittadini, associazioni, volontari e orticoltori comunali è una strategia di sensibilizzazione nei confronti dell’ambiente creando comunità. Ma, il verde va gestito bene anche con l’eliminazione, laddove necessario. Si prevede infatti la rimozione di un lodogno in via Olga Ban, dopo che i cittadini hanno segnalato il potenziale pericolo che il medesimo rappresenta per l’adiacente infrastruttura. Dalla Città di Pola, per voce del sindaco Boris Miletić viene fatto presente che nell’ultima decina di anni sul territorio cittadino sono stati piantati più migliaia di alberi, cespugli, piante sempreverdi, contribuendo al contenimento delle emissioni di CO2, obiettivo che la Città si è posta con la sottoscrizione del contratto europeo per la riduzione dell’inquinamento. Un vantaggio dell’odierna Pola è ritenuto quello del disporre di una superficie di 3.205 ettari di cui il 40 per cento è rappresentato da zone verdi, cui si aggiunge un 10 per cento costituito da aree adibite allo sport e alla ricreazione. Statisticamente parlando, ciascuno dei 57.460 abitanti di Pola (cifra scaturita dall’ultimo censimento), ha a disposizione 41,2 metri quadrati di spazio verde pubblico. Un rapporto, questo, che colloca la Città fra le più privilegiate e meno danneggiate dal progresso del vivere urbano.

Facebook Commenti