Pola. Nuova vita per l’ex edificio della Chirurgia

L’immobile è stato ceduto dall’ospedale all’Università istriana di Scienze applicate

0
Pola. Nuova vita per l’ex edificio della Chirurgia

L’Università istriana di Scienze applicate con una marcia in più Anzi, un immobile in più. Un mese fa (il 15 novembre) l’istituzione universitaria si era rivolta all’Ospedale polese facendo richiesta di cessione dell’immobile iscritto alla p.c. 6220/10. Come riportato nei libri catastali si tratta di 2.959 metri quadrati, di cui 1.734 rappresentano una costruzione e 1.225 un cortile.
“L’edificio in questione ci è necessario in funzione della crescita dell’istruzione universitaria e per procedere al riatto dell’immobile del quale l’Università fruisce attraverso un contratto d’affitto. In parte dell’edificio ha sede il Centro per lo studio dei materiali Metris e qui si svolge pure la parte teorica delle lezioni, vengono sviluppati i progetti europei e viene dato supporto tecnico-scientifico ai partner dell’Università di scienze applicate. Nella richiesta inoltrata all’Ospedale, l’Università si dice intenzionata a recuperare e a ristrutturare l’edificio e dirottarvi tutta la gestione, in modo da migliorare le condizioni di studio, quelle di lavoro per i dipendenti, migliorare il laboratorio.

 

Per gli interventi di riqualifica dello stabile si farebbe ricorso ai fondi europei, meglio al concorso per la transizione industriale. Conditio sine qua non per poter aderire al concorso è la proprietà dell’immobile oppure un usufrutto a lungo termine. Come vuole la prassi, il progetto avrebbe una copertura finanziaria derivante dai mezzi dell’UE nella misura dell’85 p.c.
L’assessorato per l’Istruzione, lo Sport e la Cultura tecnica ha appoggiato l’iniziativa, sia per quanto riguarda l’applicazione al concorso sia per quanto riguarda la soluzione dei rapporti patrimoniali.

E l’Ospedale? A sua volta ha detto sì. Il Consiglio d’amministrazione, nella sua seduta del 30 novembre ha accettato di cedere la proprietà della particella sita in via Santorio (si tratta dell’edificio dell’ex Chirurgia) all’Università istriana di Scienze applicate… gratis et amore Dei. Ma non basta. Lo statuto ospedaliero prevede che il Cda decide in merito all’acquisizione e alienazione di immobili previo il consenso del fondatore, nel caso la Regione istriana, a prescindere dal valore degli immobili, è stato necessario chiedere alla Regione, appunto, di dare luce verde.

L’ingresso nell’Università istriana di Scienze applicate

Nel chiedere il permesso, il nosocomio ha specificato che l’edificio non è in uso ospedaliero dal 2000, dacché parte delle specialità ospedaliere erano state dirottate al Marina. Intanto, nel 2015 l’ex Chirurgia era stata concessa in affitto al Centro Metris, che nel 2020 è stato annesso all’Università di Scienze applicate, che ne rilevato immobili, diritti, doveri e quant’altro.

Quindi, si prospetta una nuova vita per l’edificio che già quand’era in uso aveva un che di spettrale. Un ultimo dato. Va bene che l’alienazione può venire considerata dono e che quindi sarebbe poco elegante parlare di soldi, ma così, giusto per sapere, quanto vale l’immobile? Ebbene, il suo valore è stato stimato a 12.269.000 kune, oppure, per tralasciare qualche cifra che confonde, 1.633.000 euro. Chiamalo regalo!

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display