Extravergine tour: questo sì che è olio

La CI di Sissano offre incontri-degustazione per conoscere i prodotti dei giovani connazionali

La Comunità degli Italiani di Sissano è stata il salotto buono dell’olio d’oliva. Il sodalizio sissanese ha pensato, infatti, a una serie di incontri per promuovere i produttori di olio extravergine d’oliva (ma non solo), aprendo soprattutto ai giovani allo scopo di creare momenti di socializzazione, ma anche per fare conoscere i nostri prodotti locali.

 

Il primo incontro si è svolto agli inizi di agosto e ha presentato il giovane dignanese Lorenzo Biasiol e il suo olio extravergine d’oliva Burin.

Il secondo appuntamento, in agenda ieri l’altro, ha fatto conoscere Matteo Belci 8sempre di Dignano) e il suo EVO Meloto.

A scuola di degustazione

Ogni degustazione che si rispetti necessita di una guida. Ha condotto i presenti alla scoperta dei sapori e della qualità dell’olio un’altra giovane, Giorgia Grbac Kmet, connazionale sissanese, sommelier certificato.

L’olio viene fatto assaggiare abbinato a vari tipi di formaggio, ricotta, verdure alla griglia, pane fatto in casa, gelato alla panna. E naturalmente con i caratteristici “busoladi” sissanesi.

Se vi siete persi questi primi appuntamenti, niente paura (anche se è un peccato): ce ne saranno altri. Ghiotti, gustosi, piacevoli.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.