L’Istria rivolta verso il Sol Levante

La vicepresidente della Regione, Jessica Acquavita, ha ricevuto l’Ambasciatrice giapponese, Kaji Misako

Jessica Acquavita e S.E. Kaji Misako

Giornata dedicata alla cura dei rapporti diplomatici, quella di ieri per la leadership della penisola. Alla vicepresidente della Regione istriana, Jessica Acquavita, è spettato il compito di fare gli onori di casa a S.E. Kaji Misako, ambasciatrice straordinaria e plenipotenziaria del Giappone a Zagabria. La visita ha rappresentato una tappa importante del soggiorno istriano di cui l’autorità diplomatica si è resa protagonista dopo aver colto l’invito del Comitato nazionale paralimpico, che ha promosso la presentazione in Arena degli sportivi croati in procinto di partecipare ai prossimi giochi paralimpici di Tokio. L’ambasciatrice, giunta in compagnia dal terzo segretario d’ambasciata, Yutaro Nishida, si è intrattenuta a colloquio con Jessica Acquavita parlando dell’andamento della stagione turistica, della collaborazione culturale tra la Regione istriana e il Giappone, che ha già fruttato due preziose esposizioni nella Galleria museale dei Sacri cuori. Da parte di Jessica Acquavita è stato espresso il desiderio di approfondire ulteriormente quest’interessante cooperazione dando vita a nuovi progetti espositivi, con il sostegno dell’Ambasciata e delle istituzioni culturali istriane. Un’idea è anche quella di portare al Cinema Valli un ciclo di film giapponesi, un proposito manifestato prima della diffusione dell’epidemia. “Abbiamo fatto in modo di riportare alla mente – così Jessica Acquavita – tutta quella fruttuosa collaborazione già messa in campo assieme alla rappresentanza giapponese e al Museo archeologico istriano, nonché all’Università ‘Juraj Dobrila’, dove hanno proseguimento i corsi di laurea in Lingua e cultura giapponese”. L’intenzione è anche quella di estendere la cooperazione e l’amicizia in altri campi della vita pubblica, sociale ed economica. Complimenti alle autorità giapponesi per il successo riscontrato dal loro Paese nell’organizzazione dei giochi olimpici in condizioni molto difficili e limitative; si è convinti che anche le Paralimpiadi verranno proposte in maniera altrettanto efficace e lodevole. L’ambasciatrice Misako Kaji ha voluto sottolineare che l’Istria è l’unica Regione di Croazia a offrire studi di laurea in Lingua e cultura giapponese. “Siamo felici del fatto – ha detto – che l’Istria si è dimostrata in grado di coltivare i valori della multiculturalità e della convivenza sul proprio territorio, dal momento che questo aspetto rappresenta spesso una sfida aperta per molti Paesi e Regioni. Mi compiaccio del fatto, che in futuro avremo modo di avviare assieme nuovi progetti e programmi.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.