San Martino, festa grande a Momiano

Da venerdì 8 fino a lunedì 11

Momiano, regno del moscato

Da venerdì 8 fino a lunedì 11, Momiano, capitale del moscato, si trasforma e cambia veste per la festa di San Martino, una data molto sentita tra la popolazione specie nei centri rurali contadini. La tradizione vuole che sono giorni in cui nei vigneti e nelle cantine si aprono le botti per i primi assaggi del vino novello (da qui il detto: “A San Martino ogni mosto diventa vino”) e in antichità era pratica comune rinnovare i contratti agricoli e tenere grandi fiere di bestiame. Così, Momiano propone una quattro giorni intensa, quasi una maratona ricca di eventi: dal torneo di morra cantada – “Morra senza confini”, alle “Vetrine del moscato” (sia sabato che domenica) con degustazione e valutazione del tipico vin dolce d’Istria, e poi un contest dedicato ai migliori “buzolai” e tanta, tanta musica (perfino una parentesi dedicata al Festival della canzone italiana “Ricordando Sanremo”), il tutto accompagnato da una ghiotta offerta gastronomica di piatti tipici nei ristoranti del Momianese.
Proprio per la sua vita tra le campagne e i ceti più bassi, il culto di San Martino è strettamente legato a riti e usanze della tradizione contadina.

Facebook Commenti