Parenzo. Le ruspe riaccendono i motori

L’intervento complessivo, con la posa del manto stradale, costerà 13,1 milioni di kune

La visita al cantiere

Dopo che l’anno scorso si era provveduto alla posa dell’infrastruttura tra Stanzia Porton e Antonzi, sono ripresi da poco i lavori di costruzione della rete fognaria, dell’acquedotto e della nuova strada sul tratto successivo, ossia quello che da Antonzi conduce a Cossinosici. In occasione della ripresa dei lavori, il sindaco, Loris Peršurić, ha visitato il cantiere, accompagnato dall’assessore cittadino agli Affari comunali, Marino Poropat. A illustrare loro i lavori sono stati il direttore della municipalizzata Odvodnja, Milan Laković e il direttore tecnico, Srđan Mažar.

I lavori alla rete fognaria vengono eseguiti in collaborazione con l’Acquedotto di Pinguente, sicchè la posa delle tubature viene effettuata in parallelo. Per la costruzione della rete fognaria da Antonzi a Cossinosici viene prevista una spesa di 1,4 milioni di kune, mentre l’acquedotto costerà 1,1 milioni. Una volta completati gli interventi previsti nel sottosuolo, si procederà con quelli in superficie, ossia con la costruzione della strada, che sarà portata a una larghezza di 4,5 metri, con il finanziamento cittadino. Nell’insieme i lavori dovrebbero protrarsi per circa 4 mesi (110 giorni lavorativi), durante i quali gli abitanti della zona, per raggiungere Parenzo, dovranno scegliere percorsi alternativi. Durante la visita al cantiere, sono stati sottolineati i benefici derivanti dalla collaborazione tra la Città, l’Odvodnja e l’Acquedotto di Pinguente, anche in termini di risparmio, visto che procedendo per gradi, si evitano ripetute operazioni di scavo e rattoppo del manto stradale.

La diramazione della rete fognaria da Stanzia Porton fino a Cossinosici, per una lunghezza complessiva di 7,8 chilometri con 6 stazioni di pompaggio, è stata preventivata nell’importo di 13,1 milioni di kune. Finora è stato realizzato il tratto di 2,5 chilometri da Stanzia Porton fino ad Antonzi, con una spesa di 4,1 milioni di kune.

I lavori di scavo tra Antonzi e Cossinosici

Prosegue così l’oneroso compito che vede l’Odvodnja impegnata nella costruzione e nel rinnovo della rete fognaria nel Parentino, nella quale l’anno scorso sono stati investiti 15 milioni di kune, grazie ai quali sono stati realizzati i previsti interventi a Velenichi, Matterada, San Martino, San Michele al Leme, Frassineto, Stifanici, come pure il tratto della rete fognaria da Stanzia Porton ad Antonzi e interventi di minore portata a Torre e ad Abrega. A buon punto, inoltre, i progetti per l’ampliamento dei sistemi di smaltimento delle acque reflue a Saladinca, Fontane, Orsera, Flenghi, Selina e Abrega, per un valore complessivo di 550.000 kune.

Allo stesso tempo, in conformità con i permessi di locazione ottenuti, si stanno risolvendo le questioni patrimoniali relative alla realizzazione di una ventina di progetti inerenti alla costruzione dei sistemi fognari nei rimanenti insediamenti del territorio, al fine di ottimizzare i collegamenti con il collettore principale.

Facebook Commenti