Scuole chiuse martedì a Fiume, mercoledì in tutta la Croazia, giovedì in Istria

Nel 17.esimo giorno dell'agitazione, i rappresentanti sindacali sono stati ricevuti nella sede dell'Esecutivo. Assente il premier Plenković

Foto Dusko Jaramaz/PIXSELL

“Lo sciopero nelle scuole va avanti”. Lo ha dichiarato Branimir Mihalinec, leader del sindacato delle scuole medie, al termine dell’incontro avuto nella sede del governo. “Finalmente ci siamo seduti attorno a un tavolo con i rappresentanti dell’Esecutivo, e abbiamo ricevuto la promessa che ci verrà inviata una risposta in forma scritta alle nostre richieste – ha spiegato Mihalinec –. Dopo due ore di discussioni, abbiamo deciso di aggiornarci, però una data precisa non è stata stabilita. Noi abbiamo presentato la nostra soluzione del problema che ci ha costretto all’agitazione, che oggi è arrivata al suo 17.esimo giorno”.
Mihalinec ha proseguito ribadendo che lo sciopero proseguirà “finché non troveremo una soluzione soddisfacente” e che qualunque sarà l’accordo raggiunto nel corso di queste trattative, “la decisione finale spetterà agli insegnanti che si esprimeranno in merito nel corso di un referendum”. Il leader sindacale ha infine detto di non essere deluso dal fatto che alla riunione non abbia partecipato il premier Andrej Plenković. I sindacalisti, infatti, sono stati ricevuti dal ministro dell’Economia, Zdravko Marić, dal ministro dell’Istruzione, Blaženka Divjak, nonché dal responsabile del dicastero del Lavoro e del Sistema previdenziale, Josip Aladrović.
Intanto, oggi l’agitazione interessa gli istituti scolastici della Regione della Lika e di Segna e di quella di Osijek e della Baranja. Domani, martedì 5 novembre, invece si torna a scioperare nelle scuole di Fiume e dintorni e a Zara. Mercoledì gli insegnanti incrocerranno le braccia in tutto il Paese, giornata in cui è prevista anche una manifestazione di protesta davanti alla sede del governo a Zagabria. Giovedì, infine, sciopero negli istituti della Regione istriana e in quella di Sebenico e di Knin.

Facebook Commenti