Concerto all’insegna dell’amicizia in Comunità

I cori Val e Jedesmal Anders mentre eseguono il brano “Cetina”

Il Salone delle Feste della Comunità degli Italiani ha ospitato sabato scorso un Concerto dell’Amicizia che ha visto la partecipazione del Coro da camera Val, organizzatore dell’evento, il Coro di voci bianche Kap, entrambi diretti da Doris Kovačić, e, in veste di ospite, il Coro misto Jedesmal Anders di Graz in Austria, diretto da Željka Hrastek. La lieta serata ha attirato nella splendida sala di Palazzo Modello un folto pubblico, che in un’ora e mezza ha potuto godere dell’interpretazione di brani popolari tipici della costa croata e arrangiamenti di musica pop e rock proposti dalle tre compagini.
Dopo il saluto degli organizzatori del concerto, il coro Val, a salutare i presenti è stata anche la presidente del sodalizio fiumano, Melita Sciucca, la quale ha augurato a tutti una piacevole serata. Il primo a salire sul podio è stato il Coro di voci bianche Kap, il quale ha interpretato, avvalendosi dell’accompagnamento al pianoforte della prof.ssa Nina Kovačić, i brani “Sunce”, di Dušan Prašelj su testo di Drago Gervais, “More” di N. Banov su testo di I. Glogović Klarić, il coro di bambini dell’opera “Carmen” di G. Bizet e per finire, il simpatico brano “Whisper” di G. Gilpin. Il coro di bambini è stato premiato con un forte applauso, dopodiché è stata la volta del Coro da camera Val, anche questo sotto la direzione energica di Doris Kovačić.

Il Coro misto Jedesmal Anders

Omogeneità del timbro
Il coro Val, che si distingue per l’omogeneità del timbro in tutti i registri, una dizione chiara e un’interpretazione sempre di qualità, ha proposto brani di facile fruizione quali il ritmico canto tradizionale “Singabahambayo” arrangiato da Victor C. Johnson, la dolce “Fiume nel mio cuor” di B. Krajcar, V. Cusma e A. Valenčić arrangiata da M. Basara, la celebre “Hallelujah” di Leonard Cohen, anche questa nell’arrangiamento di Basara, il potpourri “Cartolina dal mare” di canti del Litorale croato arrangiato da A. Mančić, per concludere con “Monday morning” di C. Gilliam, S. Solanki e P. W. Keusch, arrangiato da A. Kovačević. Al coro Val si sono quindi uniti i loro amici austriaci per eseguire il noto brano “Cetina” di D. Žanko.

Il Coro da camera Val

Sempre diversi
Il Coro misto Jedesmal Anders, il cui nome vuol dire “sempre diversi”, sotto la guida di Željka Hrastek, ha proposto una serie di celeberrimi brani pop e rock, quali “Superstition” di Stevie Wonder, “Bohemian Rhapsody” dei Queen, “Smile” di Charlie Chaplin, “Time after time” di Cindy Lauper, “Thinking out loud” di Ed Sheeran, “Eleanor Rigby” dei Beatles, “Fields of gold” di Sting, “Hit the road Jack” di Ray Charles, “Moon River” di Mercer e Mancini, “Because” di Beatles, “Blue Moon” di Rogers e “Mas que nada” di Menezes. La piacevole serata si è conclusa con un altro brano cantato insieme dai cori Val e Jedesmal Anders, la nota “Vilo moja”. Il pubblico ha premiato tutti gli interpreti con un forte e prolungato applauso.

Facebook Commenti