Pola. Aggressione a un anziano: sollevato l’atto d’accusa

L'uomo era stato picchiato da tre giovani, di cui un militare, il 21 luglio scorso

Evelino Vale aveva ricevuto in ospedale la visita del maggiore Krešimir Kršinić, che si era scusato a nome di tutto l'Esercito. Photo: Dusko Marusic /PIXSELL
Il Tribunale di Pola ha sollevato l’atto d’accusa nei confronti dei tre vigliacchi che il 21 luglio di quest’estate hanno aggredito in piazza Dante Evelino Vale, una persona anziana di 68 anni,  provocandogli gravi ferite. Un fatto che ha suscitato sdegno e condanna in tutto il Paese, ancor più perché uno degli aggressor Matej Bjekić (24), apparteneva al reparto d’élite Tigrovi (Tigri) dell’Esercito croato. Sotto accusa anche Robert Bitunjac (24) e u minorenne di 17 anni. I tre erano stati arrestati subito il giorno dopo l’aggressione. A scatenare la furia del terzetto sembra sia stata la bandiera della Regione istriana affissa accanto a quella croata sulla terrazza del bar (in cui Vela faceva da guardiano notturno) e dove è iniziato il calvario per il malcapitato anziano.
Otočac: militare picchia un minorenne
Intanto, è venuto a galla un altro episodio increscioso con protagonista un militare. A Otočac, a 60 di km a sud-est di Fiume, un 43.enne appartenente all’esercito si è scagliato contro un gruppo di ragazzini la cui unica colpa era quella di essersi seduti sulla sua barca. Uno dei giovani è stato aggredito dall’uomo con un bastone. Il Ministero della Difesa ha espresso rammarico per l’accaduto, annunciando un’indagine approfondita ed eventuali sanzioni contro il militare.

Facebook Commenti