No mask fanno irruzione a scuola. Ferita l’addetta alle pulizie

"Stop alle mascherine a scuola": la protesta dei genitori contro l'uso dei dispositivi di sicurezza personale nelle aule

No mask fanno irruzione a scuola e feriscono un’addetta alle pulizie. E’ successo oggi a Krapinske Toplice (Terme di Krapina), nella Croazia settentrionale. La polizia ha reso noto che già dall’inizio dell’anno scolastico due genitori si lamentavano dell’obbligo degli alunni di indossare la mascherina negli spazi comuni, nella mensa e nei bagni. Oggi, venerdì 10 settembre, i due genitori accompagnati da altre persone che la pensano allo stesso modo, circa una trentina, hanno deciso di protestare entrando negli spazi della scuola elementare, naturalmente a viso scoperto. Il direttore dell’istituto Samson Štibohar, ha spiegato che l’incidente si è verificato quando i bambini dalla prima alla quarta stavano lasciando la scuola. A un certo punto nel corridoio si è venuto a creare un parapiglia e una alunna è stata schiacciata contro il muro e l’addetta alle pulizie le ha fatto da scudo con il suo corpo. La donna è stata trasportata in ospedale dove è stata trattenuta a causa dello stato di shock in cui versava. Lunedì prossimo, anche su richiesta del corpo docenti, il Ministero dell’Istruzione invierà nell’istituto un team di psicologi per offrire sostegno agli alunni che hanno assistito alla protesta dei no mask, ma anche agli insegnanti visibilmente scossi dall’accaduto. Inoltre, lunedì l’ordine a scuola sarà garantito dai vigilantes.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.