Pola. Locali e negozi all’asta: non è stato un successo

Dei 20 vani a disposizione, ne sono stati assegnati 13 (speriamo porti bene), ma nella maggior parte dei casi non si è andati oltre il prezzo iniziale

Non è stata di certo un successone la messa all’asta di 20 locali d’affari cittadini, ma visto i tempi di crisi epidemico-economica che corrono, sarebbe potuta andare anche peggio: il Municipio è riuscito ad affittarne 13, ricavando una buona possibilità di incamerare entrate dalla loro locazione per i prossimi 10 anni, come da contratti che sono in fase di sottoscrizione proprio in questi giorni. Tutti gli immobili sono stati aggiudicati ai prezzi di partenza proposti dal locatore con ben definite le destinazioni d’uso. Soltanto gli spazi in via dell’Istria 22, sono stati contesi, fino a far lievitare il costo dell’affitto mensile dalle iniziali 80 kune alle 112 kune il metro quadrato.

A ottenere un nuovo locatario è il locale commerciale in via Sergia 21, di 67 metri quadrati, ubicati al pianterreno. L’affittuario è la società commerciale Villa Feniks di Pola, disposta a versare un canone mensile di 4.200 kune, specificatamente 60 kune per metro quadrato per vendere prodotti con marchio di una certa qualità. La stessa ditta con la medesima offerta si insedierà pure agli indirizzi di via Sergia 32 e 34, al fine di occupare complessivamente 142 metri quadrati per i quali verserà mensilmente 7.100 kune. Sfidando la rivalità imperante sul mercato della vendita dei prodotti tessili e delle calzature (leggi la concorrenza spietata dei centri commerciali di periferia), si allarga il noto gruppo “Lanoton”, già proprietario di numerosi negozietti del centro cittadino. Troverà nuovi posti nel locale da 40 metri quadrati al civico 25 di via Sergia con obbligo del versamento mensile di 2.370 kune (60 kune il metro quadrato), quindi sempre in via Sergia al numero 47, versando 4.440 kune per un vano di 74 metri quadrati ed ancora al 4 di via Flanatica per un esercizio commerciale su 40 metri quadrati da pagare alla Città 2.400 kune mensili (60 il metro quadrato). È risultato attraente, data la zona di forte passaggio pedonale ai Mercati, il locale di 49 metri quadrati ubicato in piazza 1.mo maggio 4, preso in affitto per 2.928 kune mensili dalla ditta Cel.Mar.Media di Pola, che aprirà un negozietto con assortimento di qualità.

In via Smareglia 7, invece, offrirà servizi l’impresa Capital invest, pronta a insediarsi in un piccolo ambiente di 21 metri quadrati (locazione mensile da 1.056 kune). L’unica competizione tra concorrenti si era accesa attorno a 40 metri quadrati in via dell’Istria 22, tanto che la domanda ha generato un bel rialzo del prezzo di partenza: si diceva, invece di 80 kune, 112 per metro quadrato. Bene per la Città, piuttosto male per la ditta commerciale Majk-Matić di Zagabria, che per aprire un minuscolo negozietto verserà un canone mensile di 4.480 kune. Assegnato quindi il mini locale di 26 metri quadrati in via Tommasini 6, a Sead Kotorić, proprietario dell’impresa artigianale di produzione e servizi “Mister minuta” di Parenzo, che avvierà una produzione di presidi ortopedici. L’obbligo di versamento è di 390 kune mensili (15 per metro quadrato). Si troverà al medesimo indirizzo anche il gruppo Peternel di Pola, per esercitare attività professionale tecnologico-informatica (IT) in 70 metri quadrati per un affitto di sole 700 kune (10 il metro quadrato). Un altro servizio è in procinto di aprire nel locale di via Flavia 20, che permetterà la locazione (1.250 kune mensili), in 25 metri quadrati, all’impresa polese “Dolce far niente”. Assegnati, infine, anche i locali proposti in zona Siana. L’impresa di vigilanza “Sokol” di Zagabria entra al civico 10 di Piazza della I brigata istriana, sistemandosi in 76 metri quadrati (3.045 kune mensili) e sempre allo stesso indirizzo si insedierà la società “Delta” di Pola (ufficio di 65 metri quadrati con previsto versamento di 1.627 kune mensili).

Facebook Commenti