Pola. A spasso con l’imperatrice Sissi

Migliorare l’offerta turistica e far conoscere un pezzo di storia della città: questi i motivi che hanno spinto la guida turistica Danijela Kreković a promuovere un itinerario dal sapore austroungarico per i villeggianti

La statua dell’imperatrice Sissi che un tempo si trovava davanti all’Arena su una vecchia cartolina

Un progetto nuovo, interessante, che contribuirà ad allargare l’offerta turistica della nostra città e a far conoscere una parte della storia di Pola durante il periodo austroungarico. Si tratta del percorso turistico intitolato “L’imperatrice Sissi e il Regno Austro-ungarico”, che sarà avviato tra breve. A illustrare l’iniziativa, ieri in sede della Pro loco polese, sono state la direttrice della stessa Sanja Cinkopan Korotaj e Danijela Kreković, guida turistica e promotore del progetto. “È già da tempo – così la Cinkopan Korotaj – che pensavamo di promuovere la storia austroungarica della città, un tema trascurato nel corso degli anni. Sinora ci siamo dedicati per lo più all’antichità, ossia al periodo dell’Impero romano. Di conseguenza abbiamo accettato subito l’idea innovativa proposta dalla Kreković, che ha svolto un grande lavoro per promuovere quest’iniziativa”.
Da parte sua la guida turistica ha ringraziato innanzitutto la Comunità turistica locale che ha riconosciuto il suo progetto. “Svolgendo questo lavoro, mi sono chiesta se sia possibile proporre agli interessati un altro pezzo di storia della nostra città, quello relativo all’epoca austroungarica, sinora poco valorizzata, partendo dal fatto che Pola era il maggior porto dell’Impero. Nel concreto, il percorso è stato concepito come un storytelling, che va sempre più di moda. Si tratta di un’arte del raccontare storie impiegata come strategia di comunicazione persuasiva. E quale personaggio sarebbe migliore se non l’imperatrice d’Austria Sissi? – così la Kreković –. Al tempo la nostra regina era una persona molto importante, oggi si definirebbe Vip, da paragonare alle maggiori stelle dello spettacolo. Sissi ha fatto tappa a Pola nel 1856 assieme al marito imperatore Francesco Giuseppe I per la posa della prima pietra dell’Arsenale. Purtroppo è stata uccisa ‘per sbaglio’ nel 1899, all’età di 61 anni, da un anarchico a Ginevra, venendo pugnalata al petto”.

Danijela Kreković e Sanja Cinkopan Korotaj

Ritornando al percorso turistico la Kreković, che guiderà le comitive, ha puntualizzato che sarà vestita nel costume di Sissi, il quale viene ancora cucito. Una volta ultimato il costume, s’inizierà a promuovere il progetto, si prevede prima dell’arrivo della primavera. “L’intenzione è quella di partire dall’ex Ammiragliato in Riva, per poi dirigersi verso il Marine – Casino (attuale Casa delle Forze Armate), e ai Mercati. A seconda del tempo a disposizione, si visiteranno la Chiesa e il Cimitero della Marina a Stoia. L’intera presentazione certamente non è usuale: oltre ai fatti storici, verrano svelati alcuni aneddoti e diversi episodi sconosciuti legati all’imperatrice. Come ad esempio il fatto che dopo avere raggiunto una certa età, per mantenere il viso tonico e sodo, visto che non esistevano le creme, prima di andare a dormire lo copriva con delle fette di vitello. Si potranno scoprire in pratica tutti i dettagli dello stile di vita di Sissi. Che tra l’altro scriveva poesie, adorava il colore viola e i dolci Violet… ”. All’inizio il percorso turistico verrà proposto su ordinazioni effettuate dalle agenzie, mentre in estate dovrebbe avere scadenza settimanale. Le lingue parlate saranno il croato e il tedesco.

Facebook Commenti