The Guardian e Tgcom24 dedicano spazio a Fiume CEC

Foto: Ilija Ascic/Alamy

Il portale web del quotidiano britannico The Guardian ha pubblicato oggi un articolo su Fiume Capitale europea della Cultura 2020. In apertura la giornalista Mary Novakovich si sofferma sugli zvončari (o scampanatori) descrivendo il loro costume e annunciando che il febbraio a Fiume si terrà la grande sfilata internazionale di Carnevale.

Foto: Adam Batterbee

“Quest’anno il maxi corteo in maschera ha un valore aggiunto, diciamo così, in quanto nel 2020 rientra nel programma di Fiume Capitale europea della Cultura inaugurato lo scorso primo febbraio con una cerimonia d’apertura definiti da alcuni „scioccante e provocatoria“ e da altri “orribile, troppo industriale e rumorosa””, scrive la Novakovich. “Se la cerimonia ha diviso l’opinione pubblica, la comparsa di 400 zvončari ha unito tutti i presenti, così pure gli spettacolari fuochi d’artificio”, prosegue la giornalista che il primo febbraio ha soggiornato a Fiume dove ha assistito ad una dozzina di performance dal vivo (rock, jazz, classiche) avutesi nelle varie piazze della città, nelle gallerie, e persino nella pescheria.

Foto: Adam Batterbee

Stando alla Novakovich molti visitatori trascurano Fiume nella loro corsa per raggiungere le isole del Golfo del Quarnero: Krk (Veglia), Cres (Cherso), Rab (Arbe) e Lošinj (Lussino) o la vicina Istria.
Fiume, città multiculturale, seduce con la sua architettura asburgica. Anche l’Italia, che in passato ha regnato in queste terre, ha lasciato le sue tracce nella cucina, nell’architettura e nel dialetto. Mary Novakovich parla pure del Museo di storia e marineria del Litorale croato, ovvero dell’ex Palazzo del Governatore. “Non capita spesso di poter vedere un giubbotto di salvataggio indossato da un sopravvissuto al naufragio del Titanic”, spiega la giornalista che per il biglietto d’ingresso ha pagato soltanto 30 kune, rimanendo piacevolte sorpresa. A pochi minuti da questo palazzo si trova il Peek & Poke, definito il paradiso degli amanti della tecnologia e dei gadget vintage. Successivamente la Novakovich ha affrontato la scalinata che porta al colle di Tersatto. Dal castello ha potuto godere di un magnifico panorama su Fiume e sul Golfo del Quarnero.

Foto: Adam Batterbee

La giornalista scrive pure del Corso con i suoi vari locali di ristorazione, delle calli e delle piazzette della Cittavecchia, della cattedrale di San Vito, della Primorska konoba che offre piatti tipici di queste terre: risotto al nero di seppia, crauti e salsicce, sarde grigliate con bietole e patate, il tutto a prezzi modici. La Novakovich ha fatto pure una passeggiata per il Molo longo dopodiché ha raggiunto Abbazia per ammirare ville ed alberghi, con tappe pure a Volosca e Laurana.
L’articolo su Tgcom24
“Fiume, regina del Quarnaro: capitale europea della cultura”: è il titolo dell’articolo apparso oggi sul portale web Tgcom24 e dedicato a Fiume, definita “una grande città affacciata sullʼAdriatico, dalle forti tradizioni culturali, tutta da scoprire”. “Fiume (Rijeka in croato) è stata nominata Città Europea della Cultura per il 2020. Per celebrare degnamente questa investitura sono stati previsti, fino al febbraio 2021, circa 1000 eventi singoli, dalla cultura pop a quella più raffinata. Tante occasioni per scoprire una città composita e affascinante. Città antichissima e dalla storia complessa, contesa nei secoli da tutte le potenze che si affacciavano sull’Adriatico, Fiume, che per popolazione è la terza città della Croazia dopo Zagabria e Spalato, è sede di numerose e prestigiose istituzioni, come l’ Università, il Teatro Nazionale Croato e il Teatro Italiano di Fiume”, si legge, tra l’altro, su Tgcom24.

Facebook Commenti