Lo spettacolo della fontana gelata di giorno e di notte

Bella di notte e...

Bella di notte e bella di giorno. Il maquillage è impeccabile. Crea arte e poesia scandinava. È come avere uno scorcio su di un tassello di Polo Nord. Complici le temperature siderali di questi giorni, che hanno fatto registrare numeri record nella colonnina del mercurio, lo spettacolo è offerto tutto dalla fontana del parco affacciato in via Carrara. In realtà, il vero autore è l’acqua che, costretta a passare allo stato solido, ha dato forma a un’opera d’arte mutevole, di ora in ora, a seconda dell’intensità del freddo, che aumenta sotto l’influsso di una bora implacabile. La colata di ghiaccio, che esce dalla cima del tumulo imitante l’aspetto argilloso e marnoso della roccia sedimentaria, si propaga su tutta la struttura e rischia di mettere in crisi la vasca sottostante, pronta a dare un’immagine davvero rara per la città di Pola. La bellezza inodore e incolore del ghiaccio, scaturita dal caso, dal destino, dall’elemento fortuito, si staglia in modo particolare nel buio della notte sotto i riflessi dell’illuminazione pubblica. Di giorno, tutta la voglia di poesia per gli addetti alla manutenzione dell’impianto idraulico e del sistema di ricircolo ingaggiati dall’Herculanea, scema nel nulla. Il lavoro da sbrigare è tutt’altro che indifferente. Nel frattemo, ancora un po’ di risalita delle temperature e la poesia svanirà per tutti. Tanto vale godere, ignari della fugacità di questi momenti.

…anche di giorno

Facebook Commenti