Il 500.esimo della nascita di Flacio sarà un evento di portata europea

Inizierà il 3 marzo il programma con cui sarà celebrato l’importante anniversario

Uno dei ritratti di Mattia Flacio Illirico. Del 1565

Si è tenuta venerdì la prima riunione del Comitato onorario per la celebrazione del 500.esimo anniversario della nascita di Mattia Flacio Illirico, noto riformatore protestante e stretto collaboratore di Martin Lutero, nato ad Albona il 3 marzo 1520 e scomparso a Francoforte sul Meno l’11 marzo 1575. Come confermato dopo l’incontro, tenutosi a porte chiuse, l’importante ricorrenza sarà celebrata con un programma ricco di eventi che si terranno non solo ad Albona, ma anche a Bruxelles e nella città tedesca di Wittenberg, in cui nacque il protestantesimo.
Una campagna di comunicazione
“Flacio era, innanzitutto, un europeo ed è un onore per me presiedere il Comitato onorario e avere l’opportunità di incorporare nei numerosi appuntamenti che si terranno nel corso dell’anno il Parlamento europeo”, ha dichiarato in seguito alla riunione svoltasi in Municipio l’europarlamentare Valter Flego, il quale ha rilasciato le dichiarazioni ai media assieme al sindaco albonese Valter Glavičić. Il Comitato onorario ha il compito di seguire, a livello nazionale e a quello internazionale, la promozione del programma con cui sarà celebrata la ricorrenza. Ne fanno parte, oltre a Flego, l’accademico Josip Bratulić, il professor Stipe Botica, presidente dell’istituzione culturale croata “Matica hrvatska”, la professoressa Lidija Matošević, del Centro universitario per le teologia protestante “Matija Vlačić Ilirik” di Zagabria, il professor Peter Kuzmič, preside dell’Istituto universitario teologico evangelico di Osijek e lo studioso Luka Ilić, il quale si occupa da anni dell’opera di Flacio. A sostituire ieri Botica è stato il segretario della “Matica hrvatska” Zorislav Lukić, mentre al posto di Kuzmič ha partecipato alla riunione il professor Jaroslav Pecnik. “Sarà un anno pieno di avvenimenti, attraverso i quali cercheremo di educare i nostri cittadini e tutta la Croazia riguardo all’importanza del nostro Flacio”, ha dichiarato il sindaco Glavičić, ringraziando il presidente e i membri del Comitato onorario per aver accettato gli incarichi e confermando che il programma definitivo, con tutte le date, sarà reso noto la settimana prossima, dopo la riunione del Comitato nominato a questo proposito.

Valter Flego e Valter Glavicic

Uscita a Wittenberg
Flego e Glavičić si sono limitati a precisare due date, ossia il 3 marzo, quando inizieranno i festeggiamenti, e il 15 aprile, quando si prevede l’inaugurazione di una mostra dedicata al grande Flacio presso la sede del Parlamento dell’Unione europea a Bruxelles. Stando al sindaco, il programma comincerà con la consegna all’istituzione educativa che porta il nome del riformatore protestante, la Scuola elementare “Matija Vlačić”, di un libro di Flacio, che diventerà proprietà della stessa SE. In aprile si terrà pure l’edizione 2020 del tradizionale simposio scientifico dedicato a Flacio, che si organizza con cadenza quinquennale. Inoltre, in autunno a Wittenberg gli esponenti della Città di Albona dovrebbero essere protagonisti di una cerimonia nell’ambito della quale in un luogo dedicato ai più grandi pensatori di tutto il mondo sarà appesa una targa con il nome di Mattia Flacio. Il programma comprenderà anche la pubblicazione di alcuni opuscoli didattici, uno spettacolo dedicato a Flacio, che sarà presentato dal Teatro “Naranča” in diversi punti nel centro storico, ritenuto luogo natio di Mattia, come pure una serie di presentazioni dell’opera e della vita dell’illustre albonese.
“Vorremmo pure collegarci con le realtà che lavorano allo sviluppo di un’offerta turistica legata al protestantesimo”, ha aggiunto il sindaco albonese, dicendo che si prevedono degli eventi pure a Pola, Osijek, Zagabria, ma anche a Regensburg. Tuttavia, quelli centrali si svolgeranno ad Albona.

Facebook Commenti