Il premio Ivo Kalina andrà a Mauro Stipanov

Il riconoscimento valevole per il 2019 e il 2020 andrà all’artista connazionale per la mostra «Jungla della vita» allestita nella galleria Kortil l’anno scorso

L’artista Mauro Stipanov

Il sindaco di Fiume, Marko Filipović ha accolto la proposta della Commissione di esperti del premio Ivo Kalina per gli anni 2019 e 2020. Il premio verrà assegnato all’artista connazionale, pittore fiumano, Mauro Stipanov, per la mostra “Jungla della vita” allestita alla galleria Kortil dal 18 febbraio al 6 marzo del 2020. “Si tratta di un riconoscimento per tutto l’opus artistico dell’artista fiumano e per oltre quattro decenni di attività artistica. Un premio meritato in quanto ben due vernissage di Mauro Stipanov sono state proposte per il riconoscimento”, ha specificato Ivan Šarar, capodipartimento per la cultura, presentando le motivazioni per il premio. “Mauro Stipanov è l’ultimo rappresentante della vecchia scuola artistica fiumana e i suoi lavori sono le visioni del patrimonio della nostra città”, ha detto il sindaco Filipović.

 

Nel prosieguo del collegio del sindaco, svoltosi nell’Aula consiliare e nel rispetto delle disposizioni antipandemiche, il sindaco ha approvato e quindi inoltrato al vaglio del Consiglio cittadino varie delibere. Il capodipartimento per lo sviluppo, l’urbanistica, l’ecologia e la gestione del territorio, Srđan Škunca, ha illustrato l’andamento dei lavori sull’infrastruttura comunale nella zona imprenditoriale di Bodulovo nell’ambito del rione di Valscurigne. Il valore complessivo del progetto è di 11 milioni di kune, di cui 5,7 stanziati attraverso i fondi europei. Dopo gli ultimi intoppi burocratici causati da inghippi con i lotti circostanti, la situazione è stata risolta e ora il Consiglio potrà approvare i cambiamenti e poi si procederà alla seconda fase della realizzazione dell’infrastruttura.

Per la zona Martinkovac, dove sorgeranno i futuri 90 appartamenti con il modello di edilizia agevolata, è stata scelta l’azienda per la consulenza e la supervisione. Si tratta dalla AG-Projekt di Kostrena con cui, dopo l’approvazione del Consiglio cittadino, verrà siglato il contratto per l’importo di 185mila kune, somma che verrà scaglionata dai bilanci nei prossimi tre anni. Come annunciato dal sindaco, la prima pietra verrà posta venerdì, 16 luglio e i lavori dovrebbero venire completati nel 2023.

All’ordine del giorno della prossima riunione del Consiglio cittadino pure l’importo d’indennizzo mensile per i consiglieri che non verrà aumentato né diminuito. Si tratta della somma di 2.500 kune mensili. Il sindaco Filipović ha fatto sapere che in questa convocazione del Consiglio municipale il numero di consiglieri per quanto riguarda il genere è quasi parificato, 16 uomini e 15 donne, quindi i partiti politici rappresentati e i consiglieri indipendenti non avranno diritto a compensi aggiuntivi per il genere. “Secondo i dispositivi di legge, il numero dei consiglieri è stato ridotto da 35 a 31 e ora bisogna eleggere un rappresentante delle minoranze nazionali – in questo caso di quella serba – entro 90 giorni, ma la Commissione elettorale non ha dato ancora le istruzioni su come procedere” ha detto Filipović.

Alla prossima sessione del Consiglio cittadino verrà trattata pure la questione della riduzione del canone d’affitto ai locatori che svolgono attività nel campo sociale.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.