Pirano. Aperto il consultorio per bimbi e genitori

Il motto punta sul fatto che «chiedere aiuto non rappresenta una debolezza, ma la vera forza è saperlo accettare»

Dopo Isola e Capodistria, anche Pirano, al civico 8 di via Vojko, ha attivato il Centro di consulenza per bambini, adolescenti e genitori. “Chiedere aiuto non è segno di debolezza, saperlo accettare è la mia forza”, è il motto con cui si presenta il tanto atteso progetto. “Abbiamo voluto dimostrare la nostra attenzione offrendo loro questo Centro che è organizzato sotto l’egida della scuola elementare slovena di Capodistria. Sono certo che si troveranno bene, che si creeranno tante amicizia e fiducia per una futura collaborazione”, ha osservato il sindaco di Pirano, Đenio Zadković nel consegnare le chiavi alla psicologa Marjetka Zadnik Rostan e alla responsabile della struttura Dorotea Kralj. Il Comune, oltre a garantire gli spazi, si farà carico delle spese. “Sino alla fine dell’anno garantiremo 12.000 euro”, ha assicurato Matej Knep, responsabile dell’Ufficio per gli affari sociali. Dorotea Kralj ha fatto notare che le necessità sono numerose, anzi, sono aumentate causa il Coronavirus. Paura del contagio, incertezza per il futuro, insicurezza, problemi finanziari, hanno gettato nello sconforto non poche famiglie, in particolare quelle persone che già prima della pandemia manifestavano diversi disagi. “In generale si tratta di difficoltà nello studio, di difficoltà comportamentali, emotive e relazionali. In Slovenia il 14 per cento di tutti i disturbi mentali che osserviamo nell’età adulta, insorge già nell’infanzia”, ha precisato la Kralj nel corso della breve cerimonia di apertura, che per mancanza di spazio nel Centro di consulenza e le incerte condizioni meteo, si è svolta nella Biblioteca civica. “Gli studi rilevano, che le persone con problemi comportamentali nella prima infanzia fino all’età di 27 anni, rappresentano per la società un costo sanitario dieci volte maggiore rispetto ai coetanei senza questi disagi”, ha aggiunto la Kralj. Il servizio sarà gratuito e non c’è bisogno dell’impegnativa medica. Il tempo di attesa per accedere al trattamento è di due mesi circa, è necessario effettuare una prenotazione tramite telefono o posta elettronica. I contatti e le informazioni sono pubblicati sul sito www.svet-center.kp.si.

Facebook Commenti