Capodistria: 36enne rinvenuto cadavere nell’auto in fondo al mare

Alcune fasi del recupero dell’automobile

Macabra scoperta lungo le banchine del terminal passeggeri di Capodistria. Una ditta specializzata, incaricata di eseguire il monitoraggio dei fondali, ha individuato a sei metri dal molo e a otto di profondità una massa insolita. Il sonar ha permesso di stabilire che si trattava di un’automobile e pertanto sono stati allertati Polizia e Vigili del fuoco. I sommozzatori hanno stabilito che a bordo c’era il corpo inanimato di una persona. Sul posto sono giunti anche i sanitari del Pronto soccorso. La vettura è stata imbragata e tratta a riva dove il medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso del conducente. Dai documenti rinvenuti gli inquirenti hanno stabilito trattarsi di Alan Tokmadžić, 36.enne domiciliato a Capodistria, la cui scomparsa era stata denunciata alla fine di marzo. L’autopsia dovrebbe permettere l’acquisizione di elementi utili per chiarire la dinamica dell’accaduto.

Facebook Commenti