Acquario, la gestione passa all’Università

La struttura sarà aperta al pubblico, nonché parte integrante, assieme ad altre unità, del Centro scientifico

0
Acquario, la gestione passa all’Università

Con l’anno nuovo, la gestione dell’Acquario di Pirano è passata formalmente all’Università del Litorale. Dopo la definizione dell’accordo lo scorso ottobre, in occasione della visita dei rappresentanti del governo in regione, il passaggio è stato ufficializzato lunedì pomeriggio con la ratifica del contratto. A siglarlo la ministra dell’Istruzione, della scienza e dello sport, Simona Kustec, la rettrice dell’Ateneo di Capodistria, Klavdija Kutnar e il preside dell’istituto tecnico-nautico di Pirano, Borut Butinar, amministratore della struttura dal 1967. Negli ultimi decenni l’istituto aveva abolito i corsi di studi legati alla pesca e all’acquacoltura e di conseguenza la gestione della struttura era vista come un’attività esclusivamente commerciale e non disponeva dei mezzi per sostenerne le spese. Il dicastero preposto ha quindi trasferito gratuitamente l’Acquario all’Università del Litorale e diverrà parte integrante del nuovo Centro scientifico, istituito nel 2021, assieme ad altre tre unità, ovvero il Parco archeologico di San Simone, la Casa della scienza e il Centro educativo.

Il momento della firma del contratto

Nonostante le ulteriori attività di ricerca, l’Acquario continuerà ad essere aperto al pubblico secondo il programma attuale, ha promesso la rettrice dell’Ateneo, Klavdija Kutnar, aggiungendo che nei prossimi mesi ospiterà anche i contenuti relativi alla ricerca marina. “Miglioreremo le nostre attuali pratiche e programmi di successo con i contenuti che sviluppiamo da anni nel campo della biologia marina. Attraverso varie attività educative e di progetto, riuniremo i nostri ricercatori e studenti per creare un Centro di ricerca interdisciplinare, punto d’incontro di utenti della conoscenza e partner dell’ambiente locale più ampio”, ha aggiunto la Kutnar. L’organico dei dipendenti rimarrà invariato, ma saranno aggiunte delle attrezzature già pronte per il trasferimento. Al momento l’Acquario è chiuso al pubblico per i lavori di manutenzione regolari, dopodiché riaprirà i battenti secondo il consueto orario. “La proprietà stessa, del valore di poco più di 2 milioni di euro, è stata affidata all’Università del Litorale in quanto è il primo Centro scientifico orientato allo sviluppo del Paese e così come altre istituzioni simili ha il nostro pieno sostegno”, ha osservato la ministra Simona Kustec. Il Ministero dell’Istruzione ha aggiunto nel contratto una moratoria di cinque anni, per garantire la restituzione della struttura, nel caso la sua gestione non risultasse adeguata. Il sindaco di Pirano, Đenio Zadković ha aggiunto di essere particolarmente felice del fatto che sia stata raggiunta la migliore soluzione possibile per un brillante futuro della “perla piranese”, come ha pittorescamente definito l’Acquario.

Đenio Zadković, Borut Butinar, Simona Kustec e Klavdija Kutnar

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display