Focolai in Croazia, per Lauc c’è un «super-untore»

L'ingresso di uno dei laboratori per la diagnosi del Covid a Zagabria

Lo scienziato Gordan Lauc, membro del Comitato scientifico anti-Covid del governo croato, ha detto nel corso del tg della rete privata Nova TV che i nuovi focolai in Croazia, a Popovača (92 positivi su 116 presentì a un evento letterario) e Legrad (diversi contagiati in una casa di riposo abusiva) presentano qualcosa che finora nel Paese non si era verificato nell’epidemia da coronavirus.
“Abbiamo qualcosa che non abbiamo mai avuto prima – ha detto-, e questo è un super-untore,, una persona che ha contagiato un numero elevato di persone”, ha rivelato Lauc.  Aggiunge che con l’arrivo dell’inverno si dovrebbero evitare il più possibile i raduni al chiuso.

Facebook Commenti