Berlusconi cade a Zagabria. Ricoverato a Milano

Lo staff: "Nessuna rottura di femore, clavicole, tibie o ossa varie. Solo una banalissima contusione"

Silvio Berlusconi al Congresso del Ppe a Zagabria. Foto Marko Lukunic/PIXSELL

Brutto incidente per Silvio Berlusconi a margine del congresso del Partito popolare europeo (Ppe) svoltosi mercoledì e giovedì a Zagabria. L’83.enne presidente di Forza Italia, terminato il congresso, ha aspettato la proclamazione di Antonio Tajani a vicepresidente e poi, uscendo dall’Arena di Zagabria, si è concesso ai selfie. Nella ressa, però, è finito a terra procurandosi una contusione all’anca con ematoma.
Fonti azzurre confermano che non c’è stata alcuna frattura e nessun rientro urgente. “Il Presidente – aggiungono le stesse fonti – è rientrato come da programma alla fine del Congresso del PpE con un aereo privato. La verità è che si tratta di una banalissima contusione”.
Comunque sia, una volta ritornato in Italia, giovedì pomeriggio è stato ricoverato alla Clinica Madonnina di Milano, dove i medici hanno disposto alcuni accertamenti. Al termine dello screening, raccontano fonti azzurre, accertata l’assenza di fratture ossee, i medici hanno deciso di trattenerlo per una notte per precauzione.
“Il battito d’ali di una farfalla in Cina provoca un uragano in Texas”, è la massima con cui i vertici di Forza Italia chiudono l’episodio, insieme ai saluti e agli auguri di buon lavoro rivolti ai giornalisti da parte dello stesso Berlusconi.

Facebook Commenti