Accordo in Istria: da lunedì si viaggia senza ePass

Nella penisola non sarà più necessario richiedere il lasciapassare elettronico per spostarsi da comune a comune. Nella Regione litoraneo-montana la decisione sarà esaminata domenica

Un punto di controllo degli ePass sul territorio istriano. Foto: Dusko Marusic /PIXSELL

Come quasi sempre, l’Istria è sempre davanti alle altre Regioni croate. Il ministro Davor Božinović ha annunciato che dalla mezzanotte gli ePass per lo spostamento da comune a comune potranno essere aboliti. La Regione istriana ha subito colto la palla al balzo e durante l’odierna riunione del Comando generale della Protezione civile regionale è stato deciso che da lunedì 20 aprile non ci saranno più limitazioni per gli spostamenti all’interno dei confini istriani.  Il capo della task force ha dichiarato che la decisione è stata presa in accordo con gli epidemiologi. Tutte le altre misure restrittive rimangono in vigore, ma Kozlevac ha aggiunto che la prossima settimana si comincerà a valutare l’allentamento anche di altre disposizioni.
La Regione litoraneo-montana ancora in fase di trattative
Intanto, nella Regione litoraneo-montana l’accordo non è stato ancora raggiunto, come ha confermato il capo della task force regionale Marko Boras Mandić. “Oggi il Comando generale della Protezione civile nazionale ci ha inviato la nota in cui ci informa che dalla mezzanotte è possibile procedere con l’abolizione dei lasciapassare elettronici – ha dichiarato il vicepresidente della regione -. Il comunicato è stato girato a tutti i sindaci dei comuni e credo che domenica, 19 aprile, ci riuniremo per prendere una decisione definitiva”. Marko Boras Mandić ha voluto aggiungere che se dovesse essere deciso di abolire gli ePass per gli spostamenti all’interno della Regione litoraneo-montana  “i cittadini dovranno comunque fare attenzione e non dimenticare che siamo ancora in piena epidemia”.

Facebook Commenti