L’anteprima del «Decameron» debutta allo Zajc (video-foto)

Il pubblico ha assistito soltanto alla lettura scenica, la prima in tutto il suo splendore è prevista per martedì 8 dicembre

Ha fatto finalmente il suo debutto teatrale l’adattamento di Luciano Delprato del classico della letteratura italiana, il “Decameron” di Boccaccio, anche se per il momento soltanto nella forma della lettura scenica, aspettando che tutti gli attori che attualmente sono in autoisolamento ritornino ai loro posti di lavoro. Lo spettacolo vero e proprio andrà in scena martedì, 8 dicembre, alle ore 19, ma anche la lettura scenica è stata un assaggio interessante del classico adattato da Delprato, il quale ha dato un tono critico, ma anche umoristico all’opera, con riferimenti contemporanei, in particolar modo alla situazione legata alla pandemia.
Un brano tanto atteso
È stato un successo innanzitutto aver potuto incontrare il pubblico, seppur con qualche settimana di ritardo, il quale ha atteso con trepidazione lo spettacolo annunciato già nei mesi estivi, ma anche poter finalmente coronare con un’uscita in scena i lunghi mesi di lavoro e prove.
Un assaggio dello spettacolo vero e proprio
Come è già stato annunciato dal Teatro stesso, il “Decameron” fiumano non si svolge a Firenze, ma a Fiume e a raccontare i dieci racconti (e non cento) sono dieci giovani chiusi nell’edificio del teatro. Il Covid-19 è diventato il marchio dello spettacolo, proprio come la peste ha fatto da cornice alla trama dell’opera di Boccaccio. La lettura scenica, per quanto interessante, è stata però soltanto un’infarinatura un po’ statica di quello che sarà lo spettacolo in tutto il suo splendore e che vale la pena di venire a vedere martedì prossimo, per poter ammirare il prodotto in tutte le sue sfumature, con il cast al completo, i costumi, la libertà dei movimenti, la scenografia e tutti gli altri elementi senza i quali il teatro è solo una recitazione scarna.

Facebook Commenti