Il complesso Benčić incluso nel progetto «ForHeritage»

La Città di Fiume è uno dei partner dell’iniziativa dell’Unione europea ideata per sostenere l’approccio integrato nella coordinazione del patrimonio utilizzando strumenti precedentemente sperimentati

L’edificio che ospiterà la futura Biblioteca civica dovrebbe venire inaugurato nel 2022

La Città di Fiume è uno dei partner del progetto dell’Unione europea intitolato “ForHeritage – L’eccellenza per la gestione integrata del patrimonio nell’Europa centrale”, creato allo scopo di sostenere l’approccio integrato nella coordinazione del patrimonio utilizzando strumenti precedentemente sperimentati. Si tratta di un’iniziativa che richiede una collaborazione tra le imprese private e pubbliche attive nel campo della protezione e dell’utilizzo del patrimonio culturale e delle risorse.

 

 

Una gestione ottimale
Nella prima parte del progetto sono stati realizzati sei strumenti per l’amministrazione del patrimonio, che si presentano sottoforma di manuali per una gestione ottimale. Tra le altre cose, la sezione finanziaria del lavoro indica diverse modalità di finanziamento e mantenimento delle strutture, mentre nella parte inerente la partecipazione del pubblico vengono specificati i modi per aumentarne l’interesse, oltre che per migliorare il legame tra la struttura e la popolazione locale.

L’apertura della Casa dell’Infanzia avrà luogo il 26 marzo prossimo

Le quattro città coinvolte
Gli strumenti ideati nell’ambito del progetto ForHeritage verranno sperimentati in quattro iniziative pilota di quattro diverse città europee. Oltre a Fiume, prenderanno parte al progetto anche Lubiana, Cuneo e la città polacca di Stettino (Szczecin).

Per quanto riguarda Fiume, sarà il complesso Benčić lo spazio in cui verranno messi alla prova tali dispositivi. Oltre al Museo d’Arte moderna e contemporanea (MMSU), del complesso fa parte anche il Palazzo del’ex Zuccherificio in cui ora ha sede il Museo civico, mentre è stata progettata anche l’apertura della Casa dell’Infanzia. Sono in corso i lavori di ristrutturazione della Biblioteca civica, la cui inaugurazione è prevista per la primavera dell’anno prossimo, oltre che della piazza e degli spazi pubblici del complesso. È questo il più grande investimento culturale nella storia della Croazia dall’indipendenza, del valore di 250 milioni di kune. Se a tale iniziativa si aggiunge il costo del restauro della nave Galeb, che fa parte dello stesso progetto dell’UE, grazie al quale è stato ristrutturato il Palazzo dell’ex Zuccherificio, si tratta di un investimento che supera i 300 milioni di kune.

Il Palazzo dell’ex Zuccherificio ospita il Museo civico

La prima unità in Croazia
La Città di Fiume al momento sta lavorando all’ideazione del documento intitolato “Piano di gestione del complesso Benčić”, che mira allo sviluppo della struttura d’amministrazione e della strategia di gestione, oltre che di modelli già proposti, in merito al complesso che, in questo modo, sarà la sede di diverse istituzioni culturali della città, diventando la prima unità di questo tipo in Croazia.
Il progetto “ForHeritage – L’eccellenza per la gestione integrata del patrimonio nell’Europa centrale” è stato co-finanziato per il tramite del programma Interreg Europa centrale. La conclusione dell’iniziativa, avviata a marzo dell’anno scorso, è prevista per febbraio del 2022.

Facebook Commenti