Valcane. Il molo est verrà ristrutturato

Con la stagione estiva agli sgoccioli, l’amministrazione cittadina ha deciso di investire nella sicurezza dello stabilimento balneare

Una veduta dall’alto di Valcane

Strana, tiepida, fiacca… sia come sia, la stagione turistica è da considerarsi finita. Forse ci si potrà concedere ancora qualche bagno (meteo permettendo: le previsioni annunciano pioggia e calo delle temperature), ma nella maggior parte dei casi è fatta. Come dire: sarà per un’altra volta. Speriamo migliore e non così terribilmente segnata dall’ansia, dal timore e dalle limitazioni. Nessuno ha avuto nulla da ridire sulle condizioni degli stabilimenti balneari, nessuno ha sindacato su quanto si sarebbe potuto fare per migliorarne le condizioni. Ciò non toglie che la Città sta facendo del suo per ridare lustro e funzionalità alle strutture.

Sono iniziati ieri i lavori di sanamento del molo est dello stabilimento balneare di Valcane. Il passare del tempo e il mare hanno eroso il molo causando danni anche di natura seria. Specialmente alla base, che in alcuni punti risulta staccata dal resto della struttura; inoltre, nella metà inferiore del muro sono state individuate delle vere e proprie caverne, dove il mare si è mangiato le pietre. Versa in pessime e pericolose condizioni pure la scalinata che porta al mare, dove il molo si congiunge alla riva. La discesa in mare è molto usata e così com’è non è sicura per i bagnanti, ragion per cui si provvederà a ricostruirla. L’appalto è andato alla polese Murgons, che provvederà al recupero al costo di 287.375 kune IVA inclusa. Come da contratto, i lavori andranno ultimati entro la fine di novembre.
A dirla tutta, l’intento era quello di provvedere alla messa a punto del molo già nel corso della primavera, per arrivare pronti e sicuri alla stagione balneare, però su tutto ha fatto ombra l’epidemia da Covid-19, che aveva imposto il lockdown e sospeso praticamente tutte le attività.

Lo stabilimento balneare di Valcane rappresenta uno dei punti maggiormente frequentati, per cui la Città se ne prende cura costantemente, è quanto specificano in un comunicato stampa da piazza Foro. Ultimamente si è provveduto a mettere in opera la discesa in mare per invalidi, è stata recuperata l’area centrale, sanati lo scarico delle docce, i servizi igienici, recuperato il campo di beach volley, sono stati fatti interventi alla rete idrica, recuperato il bagnasciuga, i moli centrale e laterale, è stato posto l’arredo urbano (tavoli, panchine) il che ha elevato la funzionalità dello stabilimento.

E le altre spiagge? La Città ci pensa, tanto che investe all’Idroscalo, Valsaline, Mornar…
Facendo un po’ di conti, negli ultimi cinque anni sono stati investiti in… riva al mare oltre 20 milioni di kune.

Facebook Commenti