Pola. L’aeroporto vola alto: superata quota 600mila

Lo scalo polese. Dusko Marusic/PIXSELL

Lungi dal pretendere di essere l’aeroporto più trafficato d’Europa, ma quello di Pola ha aumentato il suo numero di passeggeri in maniera abbastanza esponenziale. Dall’inizio dell’anno a questa parte all’aeroscalo del sud Istria sono sbarcati 611.489 viaggiatori, il che rappresenta una crescita del 10 per cento rispetto all’anno precedente. Anno positivo e in crescita per il trasporto aereo pure in fatto di decolli e atterraggi, per cui, fino all’inizio di settembre sono state compiute in tutto 7.992 manovre, il che costituisce una lievitazione pari al 5,74 per cento. Viene valutato che fino alla fine dell’anno in corso si registreranno in tutto dai 780 ai 790mila sbarchi, mentre il traffico aeroportuale dell’anno passato aveva chiuso con lo sbarco complessivo di 718.187 passeggeri aerei.
Primeggiano i britannici
Struttura dei viaggiatori? Come nel caso dell’anno passato, si collocano in vetta alla classifica per i voli compiuti in direzione di Pola i turisti della Gran Bretagna che incidono sulla realizzazione del 30 per cento del traffico aeroportuale. Seguono i viaggiatori dalla Germania, che incidono nella misura del 21,5 p. c., gli olandesi con il 6,9 p.c., i russi con il 6,8, i norvegesi con il 4,5 e gli svedesi con il 3,9 p.c. Tra gli ospiti più frequenti anche i francesi, gli svizzeri, gli irlandesi e i Belgi. Volendo cercare un termine di paragone, la struttura dei viaggiatori è abbastanza somigliante a quella dell’anno passato: britannici e tedeschi condividevano i primi posti, mentre i flussi dall’Olanda erano stati più frequenti. Da quanto segnalato dal direttore dell’aeroscalo Svemir Radmilo, si registra un aumento nel caso di tutti gli altri segmenti. Evidente è il dato di fatto che, quest’anno l’aeroporto di Pola risulta collegato a oltre una settantina di destinazioni e collabora con più di una trentina di compagnie aeree. Purtroppo, come del resto ci si aspettava, la TUI UK ha annullato alcuni voli pianificati in settembre. Ciò non toglie che i risultati del mese in corso finiranno per superare quelli di settembre 2018.
Altre tre destinazioni
Dall’aeroscalo di Pola si pianificano nuove linee di volo, anche se per ora non si rivelano particolari in proposito. Da quanto è dato a sapere, le trattative in corso per tre ulteriori destinazioni avrebbero raggiunto una fase finale e tutto verrebbe reso noto alla fine del mese o all’inizio di ottobre.

Facebook Commenti