L’oscuro mistero del ponte ligneo

Già non si sapeva chi ne fosse il costruttore; ora non si sa chi l’abbia fatto sparire. Buio sulle competenze

Foto ricordo sul ponte

È sparito alcuni giorni fa il ponte sospeso in legno e corde nella baia vicino il fortino di Punta Cristo, a Stignano. La struttura lignea, per la sua specificità era una vera e propria attrazione, in particolare modo faceva bella figura sulle pagine Instagram e quindi era nota a livello mondiale. Comunque, non è ancora noto chi lo abbia montato e chi smontato. E ciò probabilmente tenendo conto che era traballante e insicuro e quindi pericoloso. Al momento, chi di competenza non ha potuto dare una risposta concreta a questo rebus.

Il ponte malandato

Dalla Città di Pola è stato dato a sapere che l’autonomia locale non ha niente a che fare con il caso, in quanto il demanio marittimo è sotto l’ingerenza del ministero del Mare, dei Trasporti e delle Infrastrutture. Il quale ha diramato un comunicato tramite la Capitaneria di porto di Pola. “I dipendenti della Capitaneria – è stato rilevato – non hanno trovato sul posto il ponte sospeso e nelle vicinanze non sono stati rinvenuti segni, pezzi del ponte in mare, mentre sulla costa sono state trovate delle corde per navi. Non è noto chi abbia costruito, utilizzato e smontato il ponte, visto che la Capitaneria di porto non ha rilasciato alcun mandato per la sua rimozione. Inoltre, sulla costa è stato scorto uno scivolo, per il quale non si sa da chi e quando sia stato installato. Considerato che il ponte e lo scivolo si trovano sul demanio marittimo che non è in concessione, la competenza al momento è della Città di Pola. Il verbale della Capitaneria di porto di Pola, assieme alle foto della zona, sarà inviato alla Guardia comunale della Città. La quale, stando alla Legge sull’ispezione edile, è incaricata di rimuovere i piccoli impianti, nonché di svolgere dei lavori minori nel demanio marittimo. E quindi si torna daccapo, in attesa di far luce su questa intrigante vicenda.

Facebook Commenti