Lisignano, uno scrigno stracolmo di tesori

La Pro loco ha installato quattro pannelli informativi multilingue - croato, italiano, inglese e tedesco - in altrettanti punti del Comune

Lo splendido panorama offerto da Monte Madonna

Affacciato sulla costa sud-orientale dell’Istria e immerso nella macchia mediterranea, il Comune di Lisignano è una vera e propria oasi, dove poter vivere esperienze uniche, avventurarsi nella natura incontaminata e sperimentare un approccio di benessere e totale relax. Lisignano non è, però, soltanto natura, ma anche cultura. Il piccolo borgo dell’Istria meridionale e le vicine località di Sissano, Altura, Giadreschi, Monticchio e Stanzia Ušić sono conosciuti anche per le loro attrazioni storiche come il misterioso Monte Madonna, il cui affascinate passato è oggi alla portata di tutti. In collaborazione con l’amministrazione comunale, l’Ente per il turismo di Lisignano ha promosso di recente un importante progetto di promozione e marketing del territorio. Un’iniziativa che già inizia a dare i primi frutti. Lisignano, le sue località limitrofe e la natura incontaminata che le circonda sono sempre più meta di scampagnate escursionistiche degli istriani e non. Proprio questo ha spinto la Pro loco a muovere un ulteriore passo, installando quattro nuovi pannelli informativi in altrettanti punti diversi del Comune. Tutti i pannelli sono scritti in croato, italiano, inglese e tedesco L’idea è stata commentata dal direttrice dell’Ente per il turismo, Natali Palko Zirdum, la quale ha esordito spiegando che il Comune di Lisignano è un vero e proprio scrigno stracolmo di tesori, in questo caso rappresentati dal ricco patrimonio culturale materiale e immateriale del territorio. La responsabile del turismo locale ha rilevato che in un certo senso la pandemia ha contribuito a far conoscere non tanto il nome quanto le specificità del Lisignanese, soprattutto tra i residenti dell’Istria meridionale, che pare abbiano riscoperto il piacere di stare all’aria aperta e conoscere le specificità dei piccoli borghi istriani. Tra questi non mancano Lisignano e le sue frazioni, dove, come sottolineato in precedenza, svettano oggi cinque nuovi pannelli informativi, che agli escursionisti presentano e spiegano la storia e le peculiarità delle attrazioni storiche nelle quali ci s’imbatte passeggiando lungo i sentieri che attraverso il Comune. Il primo dei cinque info point è stato installato nei pressi di Monte Madonna, vanto e orgoglio di Sissano e dei sissanesi, che offre scorci di rara bellezza e ospita una fortezza di epoca jugoslava costruita nel pieno del periodo della Guerra fredda. A Monte Madonna si trovava anche la Chiesa della Santa Vergine Maria, un tempio eretto per celebrare il felice epilogo di una storiella leggendaria. Anche questa descritta in un secondo pannello, che racconta dell’esistenza in zona di una tana di drago, un mostruoso dragone al quale, stando alla leggenda, i sissanesi erano un tempo obbligati a offrire in pasto una fanciulla. Anche il terzo pannello è stato posizionato in zona, precisamente dinanzi all’ingresso nell’area del Monte. Quest’ultimo pannello racconta, però, una storia risalente al 1902 e dedicata all’imperatore Francesco Giuseppe. Un altro pannello ancora è stato poi installato nel pieno centro di Sissano ed è dedicato alla chiesetta della Santissima Trinità risalente al 15.esimo secolo, ma oggi purtroppo chiusa al pubblico.

Il pannello informativo

La responsabile dell’iniziativa ha infine rilevato che alla realizzazione del progetto hanno contribuito accanto alla Pro loco e al Comune anche il ricercatore, Andrej Bader, e la conservatrice museale Sunčica Mustač, cui è stata affidata la scrittura dei testi riportati sui pannelli.

Facebook Commenti