In primavera Bagnole è tutta un cantiere

Casa sociale, Parco della storia, porticciolo e pista ciclabile: questi gli interventi in atto nella località

Completamente ristrutturata la Casa sociale

Il Comune di Medolino preso d’assalto dalla meccanizzazione per i lavori edili. Praticamente, si lavora su tutto il comprensorio. A Bagnole si è all’opera alla facciata della Casa sociale, ultimo segmento di un capillare intervento a tutta la struttura. Negli ultimi quattro anni l’edificio è stato praticamente rinnovato, con un investimento nell’ordine di 700mila kune. Si era partiti dall’allestimento dell’ambulatorio e della sala polivalente, per poi mettere mano al resto degli ambienti.

 

Si sarebbe dovuto provvedere alla facciata l’anno scorso, ma le ridotte entrate di Bilancio (effetto collaterale del coronavirus) hanno scombussolato i piani. Adesso sono all’opera per realizzare il progetto (valore 170mila kune) le maestranze della Duas. Grazie alla storica dell’arte Kristina Tamara Franić, la facciata sarà piano di posa per un’opera artistica.

Prosegue anche la costruzione del Parco storico, sempre in quel di Bagnole, finanziato con mezzi del progetto HISTORIC – Heritage for Innovative and Sustainable Tourist Regions in Italy and Croatia. Firma il progetto l’Alter Lego Studio, la direzione dei lavori è stata affidata alla Primum Ing e le maestranze impegnate sono quella della Vladimir Gortan. Valore del progetto, 2.671.769,50 kune. Il Parco, che sorgerà in prossimità della Casa sociale, avrà 970 m2. Avrà sei isole con orto botanico, modellini della terraferma e dei fondali medolinesi e appunti sulle località.

Si sta profilando il Parco storico

Terra e mare, viene da dire. Infatti, si investe anche nella messa a punto della costa: 35mila kune sono state spese per il sanamento di parte del muro costiero e altri interventi per garantire la sicurezza delle imbarcazioni nel porticciolo.

In località Kamik viene tracciata una pista ciclabile (Musoga – Volme) di 500 metri. L’appalto è andato alla Istarske ceste, che porterà a termine il tutto in 45 giorni al costo di 600.000 kune.

Sono interventi che avranno un loro peso anche nell’offerta turistica, anche se quella a venire si tinge di incertezza: come confermato dal direttore della Comunità turistica medolinese, Enco Crnobori, le prenotazioni hanno subito una battuta d’arresto. Come del resto un po’ dappertutto.

In bici da Musoga a Volme

Facebook Commenti