Marzana ha finalmente un asilo per i suoi bimbi

I genitori non dovranno più iscrivere i figli nelle istituzioni di altri Comuni e Città. La nuova sede potrà accogliere 72 pargoli

Un asilo nuovo per i bimbi di Marzana

I genitori di Marzana non saranno più costretti a includere i loro bimbi nei soggiorni prescolari di altri Comuni e Città, ma troveranno tutti spazio d’inserimento nel loro luogo di residenza. A contribuire al rafforzamento della rete prescolare locale è la costruzione del nuovo asilo “Vrtuljak”. Sorge su un appezzamento di terreno dalla superficie di 3.600 metri quadrati, entro un perimetro di 987 metri quadrati. Il valore complessivo dell’investimento si assesta a 14 milioni di kune di cui 7,2 rappresentano il contributo europeo a fondo perduto. L’opera è stata realizzata dall’impresa edile TGT-ADRATIK, mentre il mobilio e le attrezzature sono stati dotati dalla ditta Fusio di Parenzo. Niente festa pubblica e inaugurazione ufficiale, perché l’emergenza epidemico-sanitaria non lo permette, tuttavia in questi giorni si è fatto ingresso negli ambienti della nuova, moderna struttura, la cui costruzione era iniziata ancora alla fine del 2019. Il progetto, particolarmente significativo per il Comune, permetterà di accogliere più sezioni d’asilo offrendo servizio a ben 72 bambini. Con la scuola e il campo sportivo, le istituzioni di soggiorno formativo sono ora in grado di fornire un servizio completo per tutti gli abitanti, conferendo una dimensione urbana più evoluta all’abitato. Oltre a poter ospitare più sezioni prescolari, il nuovo edificio sarà in grado di proporre spettacoli, mostre e altri eventi sociali entro spazi più ampi adibiti allo scopo. Finora, molte famiglie avevano dovuto ricorrere ai servizi di istituzioni prescolari a chilometri di distanza, mentre i fortunati che avevano trovato accoglienza nell’asilo del luogo non avevano potuto dedicarsi alle attività ginniche e ad attività collettive in ambienti interni. Al momento attuale, l’asilo “Vrtuljak“ ospita tre sezioni (Bubamare, Leptirići e Pčelice) e il piano prevede l’accensione di una quarta (Ježići). Ciascun gruppo, guidato da due educatrici, dispone di uno spazio d’attività-soggiorno di 60 metri quadrati. I bimbi iscritti per ora sono 51 di cui 22 vicini all’età scolare, 12 in asilo nido e 17 inseriti nel gruppo d’età media. Il prossimo anno pedagogico 2021/2022 permetterà l’apertura di una quarta sezione e l’opportunità per una futura frequenza, arriverà già in aprile con le previste notifiche. Dipendentemente dalle necessità dei genitori, si deciderà se optare per l’inaugurazione di una sezione d’infanzia o di un gruppo nido aggiuntivo.

Facebook Commenti