Miletić: «Le minoranze sono una ricchezza»

Cittanova. Il candidato DDI a presidente della Regione con i consiglieri CNI

Boris Miletić, attuale sindaco di Pola

“Le minoranze arricchiscono la vita culturale, sociale ed economica della comunità. Lo si sente dire spesso, ma l’asserzione assume il suo pieno significato nel caso della Comunità nazionale autoctona italiana in Istria”, lo ha detto Boris Miletić, candidato presidente della Regione istriana alle prossime Amministrative nel corso dell’incontro avuto a Cittanova con il sindaco della Città, Anteo Milos e i rappresentanti della CNI.

“Non so immaginare l’Istria senza le sue diversità – ha detto Miletić –. Le nostre peculiarità, le tradizioni, la cultura, l’orgoglio della gente istriana è la nostra risposta alla globalizzazione, in condizioni in cui è sempre più difficile mantenere la propria identità; ma certamente l’Istria ce l’ha fatta”.
Assieme ai consiglieri cittadini della CNI, con in testa il presidente, Vladimir Torbica, Miletić ha toccato il tema della posizione degli italiani in Istria, confermando che “la cultura della convivenza è marchio di riconoscimento della penisola, che non verrà mai e poi mai messo in discussione”.

La CNI, ha proseguito, ha nella Regione istriana un partner, che tutelerà i suoi interessi; non solo in ordine della vigente regolativa di legge e dei contratti internazionali, bensì perché siamo convinti che tale impegno sia l’unico possibile e giusto”.

Nella permanenza in quel di Cittanova, Miletić ha incontrato pure i direttori delle istituzioni scolastiche e prescolari in lingua italiana, con i quali ha discusso di ulteriori migliorie ai curricula e della promozione della lingua e cultura italiane.

“L’Istria è la prima Regione ad avere introdotto quale materia di studio la conoscenza del territorio, ad accogliere la Strategia culture. Attraverso manifestazioni culturali promuove il bilinguismo e la multiculturalità. Cito il Festival della multiculturalità e quello dell’istroveneto”, ha detto il candidato, asserendo che in futuro tali manifestazioni verranno ampliate. “Gli italiani sono un elemento costitutivo del ricco mosaico istriano; spetta a noi fare in modo che il quadro migliori ulteriormente”, ha concluso Boris Miletić.

Facebook Commenti