Visinada. Attività in fermento

Nella Comunità degli Italiani sono riprese le prove dei gruppi artistici. Fitto il calendario di giugno

La sede della CI di Visinada

Dopo la lunga pausa forzata, dovuta alle misure predisposte per contenere la diffusione del coronavirus, alla Comunità degli Italiani di Visinada è ripresa l’attività, in conformità alle disposizioni epidemiologiche vigenti. Ne abbiamo parlato con la presidente del sodalizio, Neda Šainčić Pilato.

Neda Šainčić Pilato

”I primi a riprendere l’attività sono stati i membri del gruppo di ballo – così la presidente – e a breve lo faranno pure i minicantanti. Anche la banda d’ottoni ha ripreso le prove individuali e il corso di solfeggio, per cui speriamo di poter organizzare prossimamente anche dei concerti all’aperto. Ripresi pure il corso fotografico femminile e quello di decoupage per la terza età. Nei giorni scorsi abbiamo inoltre fatto visita alla sezione locale dell’asilo d’infanzia “Radost” di Parenzo, donando ai tre gruppi (nido, medi e prescolari) del materiale didattico e giocattoli, nonché alcune copie della monografia ‘Visinada nel tempo’ per la biblioteca”.

Alla scuola materna visinadese la prossima settimana inizierà pure il corso d’italiano, promosso dalla Comunità degli Italiani con il sostegno finanziario dell’Unione Italiana. “Il corso sarà svolto dalla prof.ssa Maja Šimonović Cvitko e durerà fino alla fine del mese, per tre ore settimanali – spiega Neda Šainčić Pilato –. A frequentarlo saranno 11 bambini che il prossimo anno scolastico frequenteranno la prima classe della sezione locale della Scuola elementare ‘Jože Šuran’ di Visignano, dove già s’insegna la lingua italiana, per cui, in certo qual modo, il corso favorirà il loro inserimento scolastico”.

L’agenda comunitaria di giugno consta di tante belle iniziative. “L’11 giugno celebreremo San Barnaba, nell’omonima chiesa. Vogliamo dare alla ricorrenza di questo Santo l’importanza delle altre festività religiose che si celebrano a Visinada: l’Assunta e San Girolamo – dice la presidente del sodalizio –. Dopo la Santa messa, lo storico dell’arte Marino Baldini c’illustrerà gli affreschi di quest’edificio di culto. La diffusione delle conoscenze sul patrimonio storico-culturale di Visinada proseguirà domenica 13 giugno, con l’archeologa Klaudija Bartolić Sirotić, che erudirà sui monumenti che si affacciano sulla piazza di Visinada. Il 19 giugno, nella ricorrenza dell’anniversario della fondazione del nostro sodalizio, organizzeremo una camminata lungo il percorso della ‘Parenzana’.

Una delle ultime esibizioni dei minicantanti prima del lockdown

Con le altre Comunità degli Italiani del Parentino, si stanno inoltre definendo gli ultimi dettagli riguardanti l’avvio d’alcuni incontri comuni di diffusione delle conoscenze sul nostro patrimonio storico e culturale: le ville romane di Santa Marina e di Loron, la Basilica Eufrasiana di Parenzo e l’arte orologiaia originaria della Valle Pesarina in Carnia, presente a Visinada, Parenzo, Torre, Visignano, Orsera e in altre località istriane”.

Facebook Commenti