Fiume: 40% di casi in più rispetto a 7 giorni fa, ma ricoveri in calo

0
Fiume: 40% di casi in più rispetto a 7 giorni fa, ma ricoveri in calo

All’ombra della guerra in Ucraina, la pandemia di Covid continua la sua corsa. Dopo un paio di mesi di relativa calma, sembra che il coronavirus si sia riacceso, come dimostrano anche i dati di oggi, giovedì 17 marzo, contenuti nel bollettino della task force della Regione litoraneo-montana. Nelle ultime 24 ore, infatti, sono stati registrati 406 nuovi casi, a fronte di 1.220 tamponi eseguiti, per un tasso di positività del 33,2%. Si tratta di un aumento del 40% rispetto rispetto a una settimana fa quando, i contagi segnalati erano 291, mentre 14 giorni fa, ossia il 3 marzo, il conteggio quotidiano delle infezioni si era fermato a 216.

Dall’altro canto, la direzione del Centro clinico ospedaliero di Fiume, fa sapere che i ricoveri sono diminuiti di 5 unità rispetto a ieri e attualmente nei reparti Covid si trovano 44 pazienti, mentre nell’unità di terapia intensiva 3 persone. Inoltre, nelle ultime 24 ore non si segnalano decessi per conseguenze dovute al Covid.

La colpa di questa nuova ondata di infezione è da attribuire alla sottovariante B2 dell’Omicron, come il capo epidemiologo dell’Istituto regionale di salute pubblica, Dobrica Rončević. Clicca qui e leggi l’articolo.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display