Da Fiume a Dubašnica per conoscere la Regione

Tour nell’area litoraneo-montana in occasione del 15 gennaio

0
Da Fiume a Dubašnica per conoscere la Regione
Uno degli eventi organizzati in passato. Foto: IVOR HRELJANOVIĆ

In occasione della Giornata del riconoscimento internazionale della Croazia, che ricorre il 15 gennaio, la Comunità delle Associazioni delle guide turistiche della Croazia, con il sostegno dell’Ente turistico nazionale, promuove anche quest’anno il progetto “Conosci il tuo Paese”. L’appuntamento prevede tutta una serie di visite guidate gratuite in quelle Città e in quei Comuni in cui sono attive le associazioni delle guide turistiche. L’evento si svolgerà in contemporanea nelle località in questione, domenica prossima, con inizio alle ore 12.

Scopo della manifestazione è celebrare la Giornata del riconoscimento internazionale, ma soprattutto far conoscere il patrimonio storico-culturale nazionale e porre l’accento sull’importanza delle attività che vengono svolte dagli operatori turistici, nel caso concreto dalle guide, nella loro opera di promozione delle bellezze naturali, culturali e storiche del Paese.
Per quanto riguarda la Regione litoraneo-montana, le visite verranno organizzate dall’Associazione delle guide turistiche Kvarner. A Fiume, si partirà da piazza Adria fino all’hotel Bonavia, per conoscere meglio il centro cittadino. Ci sarà poi una visita ad Apriano (Veprinac), che includerà pure una tappa nella Chiesa di San Marco dove si potrà visitare la collezione etnologica.
Non mancherà una passeggiata a Malinska, con il Cammino a Dubašnica, della lunghezza di 8 chilometri, durante la quale si farà visita al Centro interpretativo del patrimonio marittimo DUBoak. Il punto di partenza sarà a Porat, nel grande parcheggio dietro al convento di Santa Maria Maddalena. Ad Abbazia, invece, gli interessati avrabbi modo di scoprire quali erano le coppie famose che hanno visitato la città in passato. Si partirà dalla fermata dell’autobus in Slatina vicino alla stazione di servizio dell’INA.
Le visite durano circa 90 minuti, esclusa quella a Dubašnica, la cui durata sarà di circa 4 ore. Gli eventi avranno luogo indipendentemente dalle condizioni meteorologiche, anche se sono possibili alcuni cambiamenti, motivo per cui gli interessati dovranno prenotare il loro posto tramite posta elettronica all’indirizzo [email protected], aggiungendo il nome di ogni partecipante e la zona che si desidera visitare.

Uno degli appuntamenti riguarderà anche Abbazia.
Foto: ŽELJKO JERNEIĆ

Grande interesse
Quest’iniziativa, che si svolge da alcuni anni, è stata molto ben accolta dai cittadini di Fiume e dintorni. A confermarcelo è Marija Volf Puž, presidente dell’Associazione Kvarner. “Tutti i gruppi registrano ogni volta il pienone. Bisogna tener conto del fatto che ci può essere un massimo di 30 persone per gruppo, ovvero per una guida. Lo scorso anno per Tersatto abbiamo avuto tre gruppi per un totale di 60 persone. Grande interesse anche per Castelmuschio (isola di Veglia) e per Apriano (Veprinac). È successo anche che dopo la chiusura delle prenotazioni, ovvero quando il gruppo era già formato, abbiamo dovuto respingere alcune persone, per motivi tecnici. Le visite del 15 gennaio vengono organizzate dal 2017, mentre il 21 febbraio, in concomitanza con la Giornata internazionale delle guide turistiche, regaleremo delle nuove visite guidate per la città. Lo scorso anno, in gennaio, abbiamo avuto una splendida giornata e gli interessati sono giunti da tutte le parti della Regione. Da sottolineare che l’evento viene supportato dagli Enti per il turismo di Fiume, Abbazia e Castelmuschio. Gli ultimi due si sono dati addirittura da fare per offrire dei prodotti locali ai presenti, il che è stato molto apprezzato dai partecipanti”, ha spiegato la nostra interlocutrice.

Miriade di lingue
L’Associazione delle guide turistiche del Quarnero conta 90 membri, che sono molto attivi e offrono il proprio servizio in tantissime lingue. “D’estate, assieme all’Ente di Fiume, abbiamo organizzato anche delle visite guidate in città per gli stranieri, per lo più in lingua inglese, ma anche tedesca e italiana. È stata un’iniziativa molto bella, anche perché si svolgeva nelle ore serali. Nel 2020 e 2021 il numero degli eventi era minimo, a causa della pandemia, ma abbiamo colto l’occasione per prendere parte a dei seminari e ad altri eventi durante i quali abbiamo ampliato le nostre nozioni”, ha concluso Marija Volf Puž.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display