Fiume: e saldi siano! I negozi invasi dagli acquirenti

Passato Natale, gli esercenti fiumani ripropongono nuovi sconti

0
Fiume: e saldi siano! I negozi invasi dagli acquirenti
È corsa agli sconti. Foto: ŽELJKO JERNEIĆ

L’opinione generale dei negozianti fiumani sembra combaciare con le riflessioni degli esercenti delle altre città e Paesi: la situazione economica è altalenante e gli alti e bassi non mancano. Nonostante la crisi in corso, nei mesi estivi, quando Fiume brulicava di turisti, si era percepita una notevole ripresa delle vendite, durata fino alla fine di settembre. Scese le temperature, arrivato il maltempo e andati via i visitatori, la situazione è sembrata appiattirsi fino a quando, a metà dicembre, con l’avvento del periodo prenatalizio, gli esercizi commerciali sono stati nuovamente presi d’assalto dagli amanti dello shopping. Dopo la caccia all’acquisto relativa allo stesso, la città, in questi giorni, si sta animando per una nuova, probabilmente più morigerata, ondata di sconti. Infatti, anche in vista dell’imminente adozione dell’euro, la maggior parte dei negozi fiumani ha dato il via alle svendite invernali, offrendo ai consumatori ribassi che mediamente s’aggirano tra il 20 e il 50 p.c., ma vi sono anche quelli che propongono addirittura il 70 p.c. Nelle vetrine, addobbate a festa, non passano inosservate le invitanti e colorate proposte di saldi e, accanto a moltissimi prodotti (specialmente quelli esposti nei negozi di biancheria intima e di cosmesi) non mancano (com’è di regola) i cartellini indicanti i prezzi ribassati e, subito sotto, quelli originali. Passeggiando lungo il Corso notiamo che la maggior parte dei commercianti ha aderito all’iniziativa tappezzando le vetrine di offerte speciali. Con le già effettuate spese natalizie e la crisi del costo della vita, che sta avendo un impatto sulle finanze di tutti, come risponderanno i fiumani ai saldi così ravvicinati? Vedremo…

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display