FURS, serve rispetto del bilinguismo

Nella sede della CAN costiera ieri l’incontro con i responsabili dell’Amministrazione finanziaria della RS

L’incontro al vertice alla CAN costiera

Presso la sede della CAN costiera, il presidente Alberto Scheriani e il segretario Andrea Bartole hanno incontrato ieri, giovedì, il nuovo direttore generale dell’Amministrazione finanziaria della Repubblica di Slovenia (FURS), Peter Jenko e la direttrice dell’Unità di Capodistria, Magda Marinšek. Al colloquio hanno partecipato anche il vicedirettore dell’Unità di Capodistria, Nedjan Jerman e il responsabile dell’Ufficio del direttore generale Brane Gregorič. La tematica principale della riunione è stata l’applicazione del bilinguismo da parte dell’Amministrazione finanziaria. Il presidente Scheriani ha sottolineato le questioni ancora irrisolte tra le quali il primo accesso ai servizi in lingua italiana presso l’Ufficio informazioni e protocollo e in generale il livello di conoscenza della lingua italiana da parte degli impiegati dell’Unità di Capodistria. È stato inoltre affrontato il tema dell’interpretazione estesa concernente il diritto all’uso della lingua italiana sul territorio bilingue da parte dei cittadini non appartenenti alla Comunità Nazionale Italiana. Posizione confermata, sulla base del quadro giuridico vigente, nella risposta inviata alla CAN costiera dal Ministero della Pubblica Amministrazione e sulla quale l’Ente non si è ancora espresso in maniera definitiva. Hanno spiegato che la loro posizione ufficiale seguirà all’esito del procedimento nei confronti del cittadino italiano che ha proposto il ricorso in secondo grado riguardo l’uso dell’italiano e che è ora ancora in fase di decisione. È stato affrontato inoltre il tema della nuova interfaccia dell’Ente utilizzabile online dai cittadini anche in lingua italiana ed è stata confermata la realizzazione di un laboratorio pratico a fini esplicativi per i connazionali nel mese di aprile. Sono in fase di organizzazione, tra l’altro, alcuni laboratori di presentazione dell’Ente in collaborazione con le scuole della CNI. È stato anticipato che il trasloco nei nuovi locali avverrà molto probabilmente nel mese di maggio e che saranno garantiti spazi specifici per la modulistica in lingua italiana in modo da rendere facile e semplice la fruizione dei servizi in entrambe le lingue.

Facebook Commenti