Ad Ancarano un filo diretto con i cittadini

Nuova rivendita, contenuti da definire

L’abitato di Ancarano

Per venire incontro alle necessità dei cittadini e contribuire al miglioramento della qualità della vita, gli amministratori del Comune di Ancarano hanno adottato la possibilità di invitare gli abitanti nel partecipare attivamente alla gestione e formazione del territorio. A tale proposito negli ultimi tempi sono pervenute più di 1.100 proposte relative al Bilancio partecipativo locale o ad altre iniziative. Numerose richieste sono già state completate, alcune sono in corso e altre, considerata l’ampia portata, sono slittate ai prossimi anni. Le attività a lungo termine rientrano in 39 progetti e sono contenute nel Piano del programma di sviluppo del Comune di Ancarano. Il miglioramento dell’approvvigionamento alimentare e beni di prima necessità nonché dei servizi commerciali, è stata una delle iniziative più frequentemente evidenziate dagli abitanti di Ancarano e rappresentano una delle priorità all’interno del Bilancio partecipativo. La municipalità ha stabilito di aprire una nuova attività commerciale lungo la strada dell’Adriatico e, in conformità ai piani di sviluppo, alla fine del 2020 ha acquistato un lotto di terreno nell’immediata vicinanza dell’ingresso della cittadina. L’area, un tempo occupata dalla società “Geaprodukt”, offre un’eccellente accessibilità e uno spazio di parcheggio sufficiente per insediare un’attività commerciale. Il nuovo punto vendita lungo l’arteria stradale principale consente di potenziare e migliorare l’offerta, anche se questa soluzione sarà soltanto temporanea. Il Piano regolatore comunale, infatti, prevede il trasferimento delle attività centrali nell’area sottostante la strada dell’Adriatico, dove tra pochi anni sorgerà un centro commerciale più grande con un’ampia offerta e un parcheggio coperto. Per esaudire le aspettative degli abitanti di Ancarano i vertici locali li invitano a compilare, entro il 12 aprile, un questionario anonimo reperibile sul sito comunale in merito al tipo di rivendita con la conseguente offerta ritenuta più opportuna.

Facebook Commenti