Stati Uniti. Sesta notte di scontri

Le proteste davanti alla Casa Bianca. Foto XINHUA/PIXSELL

Nuova notte di proteste negli Stati Uniti dopo la morte dell’afroamericano George Floyd. Coprifuoco in 40 città, con la Guardia nazionale mobilitata in 15 Stati. In totale, secondo un bilancio del Washington Post, la polizia ha arrestato 2.564 persone, un quinto circa delle quali a Los Angeles. Le accuse includono la violazione del coprifuoco, furto e danneggiamento. A New York, invasa da migliaia di manifestanti, tra gli arrestati di sabato c’è stata anche Chiara de Blasio, figlia del sindaco della città.

Facebook Commenti