Slovenia. Scattano nuove misure: lockdown parziale

Il premier sloveno Janez Janša

A seguito dei numeri preoccupanti degli ultimi giorni stasera, 14 ottobre, il governo sloveno ha varato alcune misure per il contenimento della diffusione del coronavirus.
Da lunedì le lezioni a scuola si svolgeranno online dalla quinta all’ottava classe e in tutte e quattro gli anni delle scuole medie superiori. Questo vale per tutte le regioni. Per quelle in codice rosso, inoltre: divieto di manifestazioni, limitazioni alla ristorazione e alle attività sportive, obbligo di maschere anche all’aperto.
Il primo ministro Janez Janša ha affermato che da venerdì sette regioni statistiche, considerate in codice rosso saranno soggette a restrizioni sulla circolazione tra regioni, inoltre sarà stabilito il divieto di assembramenti con più di 10 persone, restrizioni sull’attività sportiva e l’uso di dispositivi protettivi all’aperto nelle zone considerate a rischio.
Come ha affermato il primo ministro, la Slovenia si trova attualmente tra la fase arancione e quella rossa, il numero di contagi è in crescita e anche quello dei pazienti negli ospedali è in continuo aumento. Secondo un piano elaborato qualche tempo fa, il governo, ha detto Janša, sta prendendo provvedimenti che ritiene possano frenare l’aumento dei contagi.
Quali sono le misure che verranno applicate a tutto il Paese? Secondo Janša, si tratta principalmente di attivare riserve aggiuntive nel sistema sanitario sloveno.

Facebook Commenti