Ragusa (Dubrovnik). Spunta una svastica sul campo di calcetto

La svastica realizzata con le panchine. Foto: Dubrovacki vjesnik

Che una parte della società croata abbia virato pericolosamente a destra non è una novità. E gesti come quelli verificatisi stamane a Hladnica, piccola località a pochi chilometri da Ragusa (Dubrovnik) ne è la chiara dimostrazione: l’andazzo ha preso una brutta piega. Su un campo di calcetto, infatti, è stato realizzata una svastica con le panchine che si trovavano a bordocampo. L’“incidente” è stato notato da alcuni passanti che l’hanno subito fotografato e che hanno allertato le forze dell’ordine. “Le indagini sono in corso”, è stata l’unica dichiarazione rilasciata dalla Questura di Ragusa (Dubrovnik), i cui investigatori potrebbero essere coadiuvati nella ricerca degli autori di questo gesto dalle telecamere poste nelle vicinanze del campetto.

I precedenti
Non è la prima volta che la svastica compare su un campo da gioco in Croazia. L’episodio più eclatante si è verificato esattamente quattro anni fa, quando alla vigilia del match tra Croazia e Italia sul prato del Poljud di Spalato qualcuno disegnò il simbolo nazista usando dei prodotti chimici.
I “tifosi” croati fecero scalpore anche in un’altra gara tra la nazionale a scacchi biancorossi e gli azzurri. A metà agosto del 2006 i croati “disegnarono” una svastica con i propri corpi sugli spalti dello stadio di Livorno. La stessa scenografia venne ripetuta nel 2011 allo Stade de France di Parigi, durante l’amichevole Francia-Croazia.

Facebook Commenti