Pola. Il Park Plaza Histria ha riaperto i battenti

Dopo i campeggi, l’Arena Hospitality Group ha spalancato le porte del primo albergo. Giovedì toccherà al Belvedere

L’insediamento turistico di Verudella gestito dall’Arena Hospitality Group

A metà maggio avevano riaperto i campeggi di Pola e Medolino. Ora, l’Arena Hospitality Group ha riaperto le porte dell’hotel Park Plaza Histria e del villaggio turistico Park Plaza Verudela. Ad annunciare l’avvenuta ripresa di attività delle due strutture è stata la responsabile marketing del Gruppo, Manuela Kraljević, aggiungendo che entrambe le strutture sono operative da sabato mattina. La rappresentante del colosso polese del turismo ha successivamente rilevato che con il progressivo allentamento delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria da Covid-10 da parte della quasi totalità degli Stati europei anche i turisti hanno ripreso, seppur timidamente a viaggiare, anche in direzione dell’Istria. “Per questo abbiamo deciso di rimttere in funzione alcune delle nostre strutture”, ha detto Manuela Kraljević, la quale ha reso noto che giovedì 11 giugno riaprirà agli ospiti anche l’hotel Park Plaza Belvedere di Medolino. Le date di riapertura di tutte le altre strutture di proprietà del gruppo dipenderanno, invece, dalle prenotazioni, che pare siano tornate a crescere.
Rinnovato interesse
“C’è un grande interesse degli stranieri per l’Istria e per Pola”, ha commentato la responsabile marketing, stando alla quale nelle ultime due settimane il numero delle prenotazioni sarebbe aumentato, e non di poco, rispetto alle settimane precedenti. Insomma, pare proprio che quest’estate, nel principale centro urbano dell’Istria, i turisti non mancheranno. Tuttavia, i vertici dell’AHG sono piuttosto cauti ed evitano di sbilanciarsi sulle cifre. A confermarlo è stata sempre la responsabile marketing del Gruppo, dicendo che è ovviamente ancora troppo presto per fare previsioni sulla stagione turistica. I trend sono comunque positivi, anche se assolutamente non paragonabili al numero di prenotazioni registrate negli anni passati. “Le prenotazioni – ha ripetuto Kraljević – dipenderanno dalla graduale riapertura dei confini tra i vari Paesi”. A tale proposito, la rappresentante del colosso polese del turismo si è detta quindi contenta del fatto che la Germania abbia deciso di allentare le misure restrittive a partire dal 15 giugno. Decisione che sarà presa molto probabilmente anche dall’Austria. “Torno comunque a ripetere che ora come ora è impossibile fare previsioni circa l’esito della stagione turistica”. Così Manuela Kraljević, che continua dicendo che tutti gli sforzi dell’Arena Hospitality Group sono indirizzati alla comunicazione e alla promozione delle sue strutture sui principali mercati esteri. Attività che l’AHG porta avanti in collaborazione con gli Enti nazionale e regionale per il turismo.
I protocolli sanitari
Dai responsabili della società si apprende poi che in attesa di un più elevato numero di ospiti tutte le strutture riaperte hanno adottato una serie di misure indispensabili per innalzare i livelli di sicurezza. Inoltre, in tutti i campeggi, i villaggi turistici e gli hotel del gruppo sono stati rivisti tutti i protocolli sanitari. “Abbiamo inoltre previsto nuovi servizi digitali, che permettono sia ai nostri dipendenti che agli ospiti di mantenere una certa distanza gli uni dagli altri.

Facebook Commenti