No green pass nella Sanità: scattano le prime sanzioni

Da lunedì 4 ottobre negli ospedali croati si può accedere solo con il green pass. Foto Roni Brmalj

Il tema dell’introduzione del green pass nel sistema sanitario e in quello dell’assistenza sociale continua a tenere banco. Al Centro clinico-ospedaliero di Zagabria starebbero per essere consegnati 11 preavvisi di licenziamento ai dipendenti che si rifiutano da 4 giorni di esibire il certificato verde oppure di sottoporsi al tampone per il Covid prima di prendere servizio. Verrà dato loro ancora un po’ di tempo per mettersi in regola con le decisioni dei servizi competenti. Ricorderemo che dal 4 ottobre scorso la Task force della Protezione civile ha deciso che gli operatori sanitari e i dipendenti nel settore dell’assistenza sociale per poter venire a lavorare devono essere in possesso del green pass oppure devono risultare negativi al test per il Covid. Ad oggi 36 operatori sanitari e una decina di dipendenti nel settore dell’assistenza sociale si rifiutano di esibire il documento suddetto. Chi non presenta il certificato verde non può lavorare e quindi risulta essere assente dal posto di lavoro. In base alla Legge sul lavoro se per tre giorni consecutivi un dipendente non viene a lavorare il suo datore di lavoro può consegnargli dapprima il preavviso di licenziamento e successivamente anche licenziarlo.

Facebook Commenti