Lussinpiccolo. Incontro CI-UPT

A Villa Perla un colloquio proficuo. Presente pure Antonio Ballarin (ANVGD)

Fabrizio Somma, Anna Maria Saganić, Emilio Fatovic e Antonio Ballarin davanti a Villa Perla

L’Università Popolare di Trieste, con il suo presidente, Emilio Fatovic, e il suo segretario generale, Fabrizio Somma, su sollecitazione del past president della FederEsuli e attuale vicepresidente dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (ANVGD), ma soprattutto lussiniano di generazioni, Antonio Ballarin, e della presidente della Comunità degli Italiani di Lussino, Anna Maria Saganić, hanno avuto un proficuo cordiale incontro il 22 e 23 agosto scorsi. Le ragioni dell’incontro, oltre che la conoscenza con la nuova dirigenza UPT, hanno sostanziato percorsi di condivisione su alcuni temi tecnici di prospettiva e di rilancio della Comunità di Lussino, in ragione anche a quello che sono le prerogative dell’UPT. Per quanto attiene all’utilizzo delle risorse in tempi di pandemia (novembre 2020-marzo 2021), rende noto l’UPT in un comunicato, si è preso in considerazione una prospettiva di rimodulazione delle risorse rimanenti, collegate comunque alla finalità del capitolo. In termini di attenzione dell’UPT verso la valida Comunità di Lussino, il presidente Fatovic ha ricordato tutto quello che è stato fatto presso la sede di Villa Perla, rispetto ai corsi di italiano, alle attività teatrali, culturali e artistiche, realizzate fino a un passato recente. Percorsi e attività che si è auspicato di riprendere con un più ampio coinvolgimento di tutte le componenti della Comunità italiana di Lussino. In termini immediati, a sostegno della memoria storica di tutela dei beni monumentali cimiteriali italiani, percorsi già in atto deliberati dai Comitati di Coordinamento con l’Unione Italiana, si è concordato di agire sui cimiteri di Lussingrande, San Martino in Lussinpiccolo e Ossero.
Si è poi condiviso un percorso di potenziamento della comunicazione che prevede un progetto organico che verrà presentato da parte della Comunità a breve e collegato alla copertura dell’informazione nelle aree disagiate dell’Istria, del Quarnero e della Dalmazia (web radio, toponomastica ecc.). Al momento dei saluti il presidente, richiamando la sua origine zaratina e la sua vicinanza ai lussiniani, conclude
il comunicato emesso dall’ente morale triestino, ha ipotizzato
una riunione operativa e programmatica a fine autunno.

Facebook Commenti