Istria, oltre 1.100 in isolamento. «Preoccupati per la scuola»

L'arrivo nell'Arena della Maratona di Pola svoltasi sabato sera

Sono 1.129 gli istriani che sono costretti all’isolamento domiciliare perché venuti a diretto contatto con una persona contagiata dal Covid. Lo rende noto il bollettino odierno (domenica 19 settembre) della task force regionale in cui si legge che nelle ultime 24 ore sono stati registrati solo 2 casi di Covid, rispetto ai 24 del giorno prima. Va ribadito, però, che i tamponi eseguiti sono stati solo 204. Nel reparto per le malattie infettive dell’ospedale di Pola sono in cura 21 pazienti (-1 su ieri).
Dino Kozlevac ha dichiarato all’agenzia Hina che “la situazione in Istria è sotto controllo”, ma “siamo preoccupati dall’aumento del numero dei contagi nelle scuole e della necessità di mettere in isolamento i compagni di classe dei ragazzi che hanno contratto il Covid”. Il capo della task force regionale ha lanciato un appello ai genitori di non mandare a scuola i loro figli che accusano sintomi riconducibili all’infezione da coronavirus, come tosse, mal di testa, congestione nasale, febbre…

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.