Istria. Niente tampone per 3mila transfrontalieri

Un tampone per la diagnosi del coronavirus. Foto Matija Habljak/PIXSELL

Buone notizie per chi dalla Croazia ha bisogno di recarsi in Italia. L’ordinanza del Ministero italiano della Salute del 12 agosto 2020 prevede alcune limitate eccezioni all’obbligo di presentare un’attestazione di essersi sottoposti, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio italiano a un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo o in alternativa sottoporsi a un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine (ove possibile) o entro 48 ore dall’ingresso nel territorio italiano presso l’azienda sanitaria locale di riferimento. Le eccezioni in questione riguardano i lavoratori transfrontalieri, gli autotrasportatori e le persone in transito. Maggiori dettagli in materia sono disponibili sui siti Internet del Consolato generale della Repubblica Italiana a Fiume (https://consfiume.esteri.it/consolato_fiume/it/) e della Farnesina (www.esteri.it).

Facebook Commenti