Varaždin, la Bergamo croata

L'ingresso dell'Ospedale di Varaždin. Foto Vjeran Zganec Rogulja/PIXSELL

Nei reparti di terapia intensiva dell’Ospedale di Varaždin, ogni giorno diverse persone perdono la lotta contro il coronavirus. La città è stata proclamata la Bergamo croata. Proprio come nella città lombarda durante la prima ondata del Covid, le risorse del sistema sanitario a Varaždin, città a circa 80 km a nord-est di Zagabria, sono agli sgoccioli. Delle 24 persone ricoverate a causa del virus, 21 necessitano di respiratori artificiali. I rimanenti pazienti, in grado di muoversi, ma non di parlare, comunicano con il personale per il tramite di foglietti di carta sui quali “di solito scrivono che desiderano sentire qualcuno, o esprimono di avere paura”, secondo quanto dichiarato da Ksenija Kukec, capo infermiera del Reparto di anestesia e rianimazione dell’Ospedale della città, durante la partecipazione al programma Provjereno. Lo staff di 59 infermiere e oltre 20 medici suddivisi in gruppi, è impegnato 24 ore su 24 per salvare la vita ai pazienti affetti dal virus.

Facebook Commenti