Impennata di contagi in Slovenia: 31 nuovi casi

Disinfettante all'ingresso di una spiaggia di Vodice, vicino a Sebenico.. Foto Hrvoje Jelavic/PIXSELL

Significativa impennata dei contagi da Covid-19 in Slovenia: a fronte di 1.118 test eseguiti, sono stati confermati ben 31 nuovi casi di contagio, che rappresenta la cifra più alta dal 10 luglio ad oggi. Non ci sono stati decessi, pertanto il numero complessivo rimane fermo a quota 129. Ci sono un totale di 20 persone infette di età inferiore ai 34 anni. Dall’inizio dell’epidemia ad oggi, si registra un totale di 2.303 contagi. Il numero delle persone ricoverate in ospedale è di 23, di cui due in terapia intensiva, un paziente è stato dimesso dal nosocomio nelle ultime 24 ore.
Quello di oggi è un dato preoccupante all’indomani delle rassicuranti parole fornite dal portavoce del governo, Jelko Kacin secondo il quale il quadro epidemiologico è stabile e che il trend dei contagi è favorevole, anche se non ha mancato di sottolineare i comportamenti irresponsabili dei più giovani.
Per età, 13 contagi di martedì sono stati confermati nella fascia di età compresa tra i 15 e i 24 anni, sette nella fascia di età tra 25 e 34 anni, tre tra 35 e 44 anni, altri tre fra 45 e 54 anni e cinque nella fascia di età compresa tra 55 e 64 anni.
Secondo i dati pubblicati ieri, la Slovenia conta 7,99 persone infette ogni 100mila persone nelle ultime due settimane, il che, secondo i criteri stabiliti, corrisponderebbe nella lista dei Paesi “verdi”, quindi sicuri. Dei 188 casi attivi, 40 si trovano nell’area di Lubiana.
Le infezioni delle ultime 24 ore rimangono territorialmente sparse in tutto il Paese.
La maggior parte dei contagi questa volta, nove, sono stati riscontrati a Lubiana, tre a Celje, due a Vipacco e Satrše, e un contagio ciascuno in altri 14 comuni, più un cittadino straniero.

Facebook Commenti