Capak. «Natale meglio di Pasqua. A primavera col vaccino tutto finito»

Krunoslav Capak, direttore dell'Istituto nazionale per la salute pubblica. Foto Damir Sencar/HINA/POOL/PIXSELL

In un’intervista televisiva l’epidemiologo Krunoslav Capak, della task force nazionale, ha affermato che il numero di nuovi pazienti in Croazia è in calo e lo si nota attraverso un numero maggiore di test. Sebbene gli epidemiologi temano il clima più freddo che costringeranno le persone a trascorrere più tempo al chiuso, le vacanze invernali dovrebbero essere significativamente diverse da quelle pasquali, con un Natale sereno.
”Durante Pasqua abbiamo avuto il lockdown. Allora il motto era ‘restate a casa’, praticamente tutte le attività economiche e sociali erano chiuse tranne quelle necessarie. Una situazione del genere non si ripeterà di certo”, ha commentato Capak,
aggiungendo che “non possiamo aspettarci una vaccinazione su vasta scala prima di primavera. Per me, questa sarà molto probabilmente la fine della storia col coronavirus: la soluzione è la vaccinazione della popolazione” .

Facebook Commenti