«Ivan de Zajc»: si riparte con la «prestagione»

Al Teatro fiumano verranno proposti l’opera «Madame Butterfly» di Puccini e il concerto del Teatro Nazionale Sloveno di Lubiana

Una scena di Madame Butterfly

Quest’anno, la nuova stagione del Teatro Nazionale Croato “Ivan de Zajc” di Fiume verrà inaugurata con due serate musicali portando in scena i classici più amati dal pubblico: la “prestagione” teatrale proporrà l’opera “Madama Butterfly” per la regia di Dražen Siriščević e un concerto del Teatro Nazionale Sloveno di Lubiana, in programma rispettivamente venerdì 10 e sabato 11 settembre.

 

Realizzata in collaborazione con il TNC di Spalato, la versione dell’opera pucciniana dello “Zajc” rappresenta uno dei maggiori successi del Teatro fiumano nelle ultime due stagioni. Oltre ad aver suscitato reazioni positive del pubblico e della critica, lo spettacolo era stato vincitore del prestigioso Premio Boris Papandopulo, assegnato dalla Società croata dei compositori (HDS). Il ruolo della giovane Cio-Cio San verrà interpretato anche questa volta dal soprano Anamarija Knego (a cui era stato conferito anche il Premio del pubblico “Štefanija Lenković” per la stagione 2019/2020), mentre il tenore sloveno Aljaž Farasin si esibirà nel ruolo dell’ufficiale statunitense Pinkerton. Alla messinscena prendono parte anche Ivana Srbljan, Robert Kolar, Marko Fortunato, Saša Matovina, Slavko Sekulić e Dario Bercich. La direzione musicale verrà affidata a Valentin Egel, direttore dell’Orchestra sinfonica fiumana. Lo spettacolo è in programma venerdì 10 settembre alle ore 20.

Il giorno seguente, sempre alle ore 20, il Teatro Nazionale Sloveno di Lubiana farà incantare il pubblico fiumano con un concerto di gala che vedrà la partecipazione del celebre maestro sloveno Marko Hribernik. Il repertorio della serata includerà arie e duetti tratti da operette, opere comiche e zarzuele (un genere di spettacoli lirico-drammatici spagnoli) firmate da Strauss, Lehár, Offenbach, Bernstein, Smetana, Chapί, Fernández Caballero e molti altri. Tra i brani più famosi, solo per nominarne alcuni, figureranno le composizioni de “Il pipistrello”, “La vedova allegra”, “Il paese del sorriso”, “La sposa venduta”… L’orchestra del TNC di Lubiana accompagnerà l’esibizione dei solisti, tra cui i soprani Urška Arlič Gololičič e Urška Breznik, il mezzosoprano Nuška Drašček, il baritono Jože Vidic, nonché il sopranominato Aljaž Farasin, che collabora con lo “Zajc” da ormai sei anni. Non mancheranno le famose polke e i valzer di Johann Strauss figlio, come ad esempio “Eljen a Magyar!” oppure “Frühlingsstimmen”, a cui si uniranno le esibizioni del Balletto del TNC di Lubiana nella coreografia di Renato Zanella, direttrice della compagnia.

I biglietti per i due spettacoli della “prestagione” dello “Zajc” si possono acquistare online per il tramite della piattaforma www.ulaznice.hr oppure, a partire da domani, presso la biglietteria del Teatro. Entrambi gli eventi verranno riservati a spettatori muniti di green pass.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.